l'avvocato del giorno

Giovanni B. Sandicchi, partner di Latham & Watkins

7 marzo 2016


Giovanni B. Sandicchi è socio dello studio Latham & Watkins, studio legale internazionale con oltre 2200 avvocati e sedi nei più importanti centri finanziari del mondo. In Latham dal 2010, si occupa di diritto societario, fusioni, acquisizioni, private equity e joint venture, assistendo clienti italiani ed internazionali in operazioni straordinarie domestiche ed internazionali
LA FORMAZIONE
Come nasce la sua passione per il diritto?

Fin da piccolo ho sempre desiderato fare l'avvocato (confesso guardando Perry Mason alla televisione, anche se poi un'aula di tribunale non l'ho praticamente mai più vista), sebbene forse parlare di "passione" sia un tantino esagerato. Abbandonata in tenera età, dato lo scarso talento, l'idea di diventare un tennista professionista, la scelta di studiare giurisprudenza è stata quasi automatica. Nel mio percorso di studi giuridici ho poi sviluppato una particolare propensione per l'analisi economica del diritto, che mi ha portato a propendere per una professione legale che coniugasse quanto più possibile il diritto all'economia, e da lì la scelta per gli studi d'affari.
Qual è il suo percorso formativo?
Dopo il liceo scientifico, mi sono laureato con lode all'Università di Roma Tre. Successivamente ho frequentato lo European Master in Law & Economics presso le università di Amburgo e di Bologna. Ho avuto, inoltre, la fortuna di vincere la borsa di studio Donato Menichella della Banca d'Italia che mi ha consentito di poter fare un'ulteriore esperienza di studio negli Stati Uniti, frequentando un LL.M. presso la Law School della New York University. Al termine di questo periodo sono entrato nel mondo degli studi legali d'affari.
Quali lingue parla in modo fluente?
Inglese. Avendo la moglie tedesca dovrei dire anche il tedesco, ma considerando i nostri ritmi di lavoro, purtroppo la mia conoscenza di questa lingua temo rimarrà sempre e solo di base.
L'ATTIVITÀ PROFESSIONALE
Quale ruolo ricopre attualmente?

A partire dal primo gennaio di quest'anno sono stato nominato socio di Latham & Watkins LLP.
Quale il Suo attuale settore di specializzazione?
Principalmente assisto clienti italiani ed internazionali in materia di fusioni e acquisizioni, private equity, joint venture, profili di corporate governance e contratti commerciali strategici.
Un successo professionale che ricorda con piacere?
L'assistenza al fondo di private equity Bridgepoint nella vendita del business Superbike dal gruppo Infront a Dorna. E' stato un deal particolarmente complesso che ho seguito in prima persona ed in prima linea dall'inizio alla fine e che ricordo con grande piacere (nonostante i numerosi imprevisti che si sono succeduti nel corso dell'operazione). Devo dire però che ogni closing di un'operazione straordinaria rappresenta un successo di cui andare fieri, date le incertezze e gli imprevisti che lo accompagnano fino all'ultimo.
Lo strumento tecnologico che predilige utilizzare per lavoro?
Il Blackberry ed il mio pc con i quali posso rimanere connesso praticamente da ogni luogo (cosa che spesso si rivela essere più una condanna che una cosa positiva, ad onor del vero…)
Ci descrive una Sua giornata di lavoro?
La mia giornata è generalmente caratterizzata da riunioni, email da scrivere o smistare, conference call, documenti (per la maggior parte dei casi contratti) da scrivere o rivedere. Se invece ci troviamo nel mezzo di un'operazione straordinaria, ci sono da considerare lunghe sessioni negoziali e la revisione dei documenti contrattuali legati all'operazione, il tutto da gestire in un arco di tempo molto ristretto. Essendo, tra le altre cose, anche responsabile del recruiting dello studio, dedico anche una piccola parte del mio tempo alla selezione dei migliori candidati per i nostri diversi dipartimenti.
LO STUDIO LATHAM & WATKINS
Quali sono i punti di forza dello studio?

A livello mondiale, Latham & Watkins è oggi uno dei più importanti studi legali d'affari internazionali, potendo offrire ai propri clienti una presenza capillare nelle principali piazze finanziarie del mondo e l'assistenza di professionisti di primissimo piano in ciascuno dei mercati locali. In Italia credo si possa ragionevolmente affermare che il nostro studio abbia avuto una crescita esponenziale, in termini di riconoscimento e visibilità, in questo ultimo quinquennio riuscendo a combinare in maniera unica la capacità di assistere importantissimi clienti italiani ed internazionali nelle più importanti operazioni nazionali e cross-border alla qualità, la dedizione e la reattività propria degli studi cosiddetti "boutique". Se guardiamo al numero e alla qualità delle operazioni chiuse dallo studio negli ultimi 3/5 anni, il nostro "track-record" è davvero unico, soprattutto tenendo conto del numero esiguo di professionisti che annovera lo studio rispetto ai nostri concorrenti in Italia.
Quanti i professionisti e le sedi dello studio?
Lo studio ad oggi conta quasi una cinquantina di professionisti, dislocati nelle sedi di Milano e Roma.
Quali le aree di competenza?
Le nostre principali aree di competenza sono il Corporate (dipartimento nel quale rientrano l'M&A, il private equity ed il capital markets) ed il Banking & Finance (che si occupa di acquisition finance, di debt capital markets e di ristrutturazioni).
Quali sono i settori di specializzazione sui quali scommette per soddisfare le esigenze dei clienti?
Credo che il nostro studio, per competenza, specializzazione, capillarità, reattività e dedizione al cliente sia perfetto per assistere fondi di private equity (sia sul lato M&A che relativo al finanziamento) e sono convinto che questa tipologia di operazioni continuerà a fare da traino per lo studio – in tutti i suoi dipartimenti - anche nei prossimi anni. Inoltre Latham & Watkins è il leader indiscusso nella practice degli High Yield Bonds, strumenti di debito che rappresentano oggi una seria alternativa ai tradizionali strumenti di finanziamento societario e che ci consentono di offrire una specializzazione ai nostri clienti che altri studi concorrenti non possono vantare.
Che cosa è il gruppo Aerospace, Defence & Government Services?
Le società attive nei settori difesa ed aerospazio si rivolgono al nostro studio in sede di espansione del loro business (da realizzare, generalmente, attraverso acquisizioni o joint-venture) per risolvere le specifiche problematiche legate al settore. La nostra attività per i clienti del gruppo difesa e aerospazio, inoltre, include una significativa esperienza nelle pratiche di partecipazioni industriali militari e di controlli sull'esportazione con particolare riferimento al Regolamento sul Duplice Uso dell'Unione Europea, al Regolamento sulle Esportazioni (Export Administration Regulations – EAR), al Regolamento sul Commercio Internazionale delle Armi (International Traffic in Arms Regulations - ITAR) ed al Regolamento dell'Ufficio di Controllo dei Beni Stranieri (Office of Foreign Assets Control - OFAC).
DIETRO LA TOGA…
Quali hobby fuori dall'aula?

Tennis, tennis e ancora tennis. Il mio obiettivo è diventare il più forte over 80 d'Italia!
La vacanza ideale?
Alle Hawaii. Sono isole stupende da un punto di vista naturalistico ed anche così diverse l'una dall'altra. Un vero e proprio paradiso terrestre (fatta eccezione per Honolulu, che sconsiglio), in cui la vita scorre a ritmi molto più rilassati e t