Donatella De Caria, Avvocato Diritto di Famiglia

31/05/2017 13:10

Donatella De Caria, Avvocato cassazionista del Foro di Roma, svolge la professione forense e di consulenza nell'ambito del diritto minorile, del diritto di famiglia, delle relazioni familiari, della protezione delle persone fragili, con specifica attenzione alla trasmissione del patrimonio. E' membro della Commissione Famiglia del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma dal 2003-attualmente Dipartimento Famiglia, Minori ed Immigrazioni - del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma.

E' Coordinatore Vicario di specifiche sottocommissioni di tale Dipartimento, per le quali ha curato il coordinamento scientifico di convegni e corsi di formazione per avvocati e tra questi, il primo corso di curatore speciale per il minore, finalizzato all'iscrizione dei partecipanti ad un apposito elenco. Ha preso parte in qualità di relatore a diversi eventi formativi per avvocati riguardanti tematiche attinenti alle materia di sua competenza.
Cura la propria formazione nel diritto di famiglia e minorile sin dagli anni ‘90, quando ha collaborato con la Cattedra di Ordinamento della Famiglia dell'Università di Roma La Sapienza, con una borsa di studio triennale nel Gruppo di ricerca interdisciplinare sui Minori a rischio a Roma e nel Lazio.
E' socio fondatore dell'Associazione Integrata Europea Avvocati AIEPAF, per la quale ha coordinato progetti, fornendo, tra l'altro, consulenza nella predisposizione di progetti di legge e partecipando, come delegato alla Conferenza Nazionale della Famiglia organizzata nell'anno dal Ministro della Famiglia, dell'epoca
.

Avvocato De Caria il suo studio si occupa solo di diritto di famiglia? Vorrebbe spiegarci di che tipo di problematiche si occupa uno studio che tratta le sue materie ?


In verità, lo Studio, fondato nel 1996, svolge attività giudiziale e stragiudiziale nel diritto civile. Personalmente, curo il ramo delle relazioni familiari e delle successioni ereditarie, affiancata da collaboratori formati nella materia e che scelgo, non solo per il curriculum professionale ma, anche perché dotati di capacità specifiche di ascolto empatico e di tenacia. Le problematiche giuridiche che vengono sottoposte ad uno studio, che come il mio si occupa prevalentemente di relazioni familiari, minorili e trasmissione del patrimonio- contrariamente a quanto forse si possa immaginare- sono davvero le più variegate.
Al nostro Studio si rivolgono generalmente persone che hanno necessità di essere tutelati nelle controversie familiari di separazione, divorzio, di modifiche dei provvedimenti esistenti o di cessazione della convivenza di fatto, sulle delicate questioni dell'affidamento e del mantenimento dei figli minori, dell'assegnazione della casa coniugale e, a seconda dei casi, dell'assegno di mantenimento o divorzile per il coniuge più debole ma anche per la gestione e la divisione del patrimonio comune della coppia. Le richieste di tutela riguardano a volte anche situazioni, completamente diverse attinenti al riconoscimento o al disconoscimento di figli minori o richieste di amministrazione di sostegno per persone fragili(ade esempio, anziani o diversamente abili), procedimenti minorili afferenti alla responsabilità genitoriale-già potestà genitoriale- innanzi al Giudice Minorile, oppure conflitti in materia ereditaria, o semplicemente consulenza in materia di divisione e trasmissione del patrimonio.

Quali sono le caratteristiche distintive dello Studio De Caria?


Lo Studio si caratterizza per l'interdisciplinarietà
Negli anni di studio appassionato delle materie di cui mi occupo ho preso consapevolezza del fatto che nei conflitti familiari ed in parte, anche, in quelli ereditari, il diritto è uno dei protagonisti ma non il solo. Nelle controversie derivanti dai legami affettivi, le sole conoscenze giuridiche, infatti, non sono sufficienti per tutelare al meglio il cliente, ma occorre un sapere interdisciplinare ed una specifica formazione, a mio, soprattutto, in ambito psico-sociale.
Per questa ragione, il mio studio si caratterizza per l'interdisciplinarietà e la specialità del sapere, alla quale si aggiunge un aggiornamento costante, con le più autorevoli banche date giuridiche.
In ragione di tale propensione all'interdisciplinarietà e specialità, ci avvaliamo della collaborazione di avvocati penalisti, esperti del settore, oltre che di consulenti, come interpreti, psicologi, mediatori familiari, investigatori, periti calligrafici, commercialisti e notai, questi ultimi, per le questioni di natura patrimoniale e societaria.


Quanto conta l'aspetto emozionale e l'ascolto del cliente nel suo lavoro?


L'accoglienza è la nostra prerogativa. Accogliere ed ascoltare il cliente con modalità atte al contenimento empatico degli aspetti emozionali ed al tempo stesso di lucida indipendenza del professionista, quest'ultima indispensabile per un'adeguata tutela dell'assistito. Coniughiamo doti tecniche a quelle umane e ci impegniamo a trovare soluzioni adeguate per prevenire conflitti coniugali.
Lo Studio da sempre si assume nei confronti dei propri assistiti l'impegno di spiegare quali sono i diritti e i doveri delle due parti e consigliare la migliore soluzione da percorrere in funzione dell'interesse del più debole (spesso i figli minori).


Quale consiglio darebbe ad un giovane che vuole diventare un avvocato familiarista?


Di formarsi presso uno studio che si occupa della materia e di frequentare quanto più possibile corsi interdisciplinari e, per allargare gli orizzonti, di fare esperienza all'estero e di approfondire la conoscenza delle lingue straniere ed in particolare dell'inglese.