AVVOCATO D'AFFARI

Salvatore Scuto, co- founding partner di Della Sala Scuto e Associati

05/07/2018 09:59



Salvatore Scuto, co- founding partner di Della Sala Scuto e Associati, studio che si occupa esclusivamente di diritto penale, e in particolare di diritto penale dell'economia. Presidente della Camera Penale di Milano dal 2010 al 2015, l'avvocato Scuto si occupa prevalentemente di procedimenti relativi a reati in ambito societario, fallimentare, tributario e contro la Pubblica Amministrazione. In questi settori ha svolto la sua funzione in procedimenti di rilevanza nazionale.

Avvocato Scuto con l'avvocato Della Sala ha da poco fondato lo studio Della Sala Scuto e Associati, quale la spinta che vi ha condotti a questa nuova avventura?

Io e Paolo ci conosciamo da molto tempo, sono già trent'anni, e da sempre abbiamo avuto una grande affinità professionale. La nascita della nostra nuova insegna è frutto della volontà e della necessità di guardare al futuro della nostra professione. Nasce dal bisogno di dare vita a un progetto fondato su dei principi comuni, che possa rafforzarci, in un mercato sempre più competitivo e che sia in grado di rispondere in maniera sempre più efficiente alle esigenze dei nostri clienti. Infine, ma non per ultimo, dall'intenzione di sviluppare un nuovo modello di studio, più moderno e dinamico, ma sempre fondato su valori ben saldi, nel quale anche i colleghi più giovani dello studio possano rispecchiarsi.

Quali sono i principi fondanti dello Studio?

Competenza, specializzazione, indipendenza: questi sono i cardini sui quali ruota e si salda questa nuova esperienza professionale. La complessità della realtà normativa e della stessa esperienza processuale hanno mutato profondamente le modalità con le quali si espleta la nostra funzione. E ciò da un lato postula l'esigenza di un team di professionisti validi, che condividano i medesimi obiettivi, il che costituisce il presupposto per poter assicurare al cliente un'assistenza sempre al massimo della qualità e dell'efficienza e dall'altro rende altrettanto imprescindibile la condivisone di quei valori di indipendenza e di autonomia che con Paolo siamo convinti che debbano continuare a caratterizzare l'avvocato penalista.

Come sta cambiando il diritto penale societario e come dobbiamo guardare al futuro?

La crescita esponenziale dell'indice di complessità della legislazione, di cui parlavo prima, è la causa della speculare complessità della produzione giurisprudenziale. Con un'ulteriore specificità: la platea dei Giudici si è ampliata al punto che oggi il reticolo giurisprudenziale è molto fitto e la sua trama è il frutto del dialogo tra le Corti nazionali e quelle europee. Ciò sta di fatto provocando un progressivo smottamento del sistema continentale verso quello anglosassone caratterizzato dal precedente. In questo contesto diventa indispensabile l'organizzazione di un team di professionisti preparati e dinamici. Fermo restando che per noi penalisti tutto ruota intorno al processo. È li, infatti, che espletiamo nella sua massima espansione la nostra funzione a presidio delle garanzie stabilite dalla legge per il giusto processo. Sul futuro del diritto penale nel mercato degli studi legali d'affari noi siamo convinti che per l'esercizio dell'attività penalistica la dimensione ideale resti la boutique, una struttura che garantisce competenza e specializzazione nonché indipendenza e pieno esercizio della funzione dell'avvocato nell'interesse esclusivo del cliente.

Vetrina