AVVOCATO DEL GIORNO

Giuseppe De Marco, partner dello Studio legale De Marco Sgobbo Delfino, fondatore di LegalSanità

20/09/2018 07:46

Giuseppe De Marco è un avvocato la cui attività professionale è focalizzata sul diritto sanitario, specie attraverso l'assistenza e la consulenza a favore di case di cura sanitarie e socio-sanitarie. Fondatore del brand legale LegalSanità, l'Avv. De Marco è Rappresentante legale di case di cura (Associazione Italiana Ospedalità Privata), a livello sia nazionale sia regionale (Lazio); componente del consiglio direttivo AIOP Lazio; consulente giuridico del comitato esecutivo Aiop Lazio; componente di Organismi di Vigilanza ai sensi del d.lgs. n.231/2001 presso strutture sanitarie e socio-sanitarie; consulente per la redazione e l'implementazione dei modelli organizzativi e gestionali ex d.lgs.231/2001; responsabile per la protezione dei dati (DPO) di strutture sanitarie private; docente dei corsi di formazione nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie in materie giuridiche di interesse per queste strutture.


Avvocato, vorrebbe parlarci brevemente della sua attività?

Svolgo attività di consulenza e assistenza, stragiudiziale e giudiziale, in diritto sanitario, diritto civile, commerciale e delle imprese, in particolare a favore di strutture sanitarie e socio-sanitarie, in diverse Regioni d'Italia.

Parte rilevante della mia attività è quella di compliance nei seguenti settori: Conformità ai requisiti di autorizzazione e accreditamento, Advisory per l'acquisizione di strutture sanitarie, Responsabilità amministrativa ai sensi del d.lgs. n.231/2001, Gestione del rischio sanitario, Tutela dei dati personali, Acquisizione del consenso informato per i trattamenti sanitari, Responsabilità medica, Procedure aziendali in materia di anticorruzione.

Lo Studio, in particolare con i colleghi che hanno aderito all'iniziativa di costituire un marchio legale legato alla sanità, si occupa di assistenza giudiziale e stragiudiziale nelle diverse materie del diritto correlate all'attività di una casa di cura o di una azienda commerciale: civile, lavoro, responsabilità medica, penale d'impresa, amministrativo.


Vuole descrivere il percorso professionale?

Dopo la formazione e l'attività dei primi anni, soprattutto incentrata sul diritto civile, ho successivamente acquisito un'approfondita esperienza professionale nel diritto sanitario, di cui mi occupo da oltre dieci anni. In particolare, ho effettuato un'accurata disamina del diritto alla salute, vera passione propellente del mio lavoro, nelle sue diverse sfaccettature. Da qui ho sviluppato le mie conoscenze in materia e ho avuto occasione di poter vedere da vicino l'ambito operativo delle strutture sanitarie e socio-sanitarie, assumendo incarichi di consulente giuridico per diverse case di cura e per l'AIOP, quale associazione di categoria maggiormente rappresentativa, luogo di confronto e condivisione di esperienze dei principali attori del settore.


Quali evoluzioni intravede per il settore di attività di specializzazione, e se ha un progetto in particolare di lavoro nel relativo ambito.


Avendo a cura l'organizzazione aziendale, vedo notevoli possibilità di sviluppo in quella che io definisco la compliance sanitaria, intesa quale attività professionale consistente nella verifica di conformità delle strutture sanitarie, sotto il profilo sia organizzativo sia operativo, alle svariate normative che ormai sempre più intensamente disciplinano le modalità di svolgimento dell'attività sanitaria, anche fungendo da orientamento per rilevanti scelte manageriali. Si tratta di un'attività che dovrebbe essere intesa come occasione per le aziende di riorganizzarsi ogni volta che sono chiamate a implementare nuovi modelli per lo svolgimento del business.

L'organizzazione è un costo, ma deve essere considerato anche e soprattutto un investimento e un'opportunità, anche in termini competitivi. Un approccio proattivo alle tematiche in questione rende all'impresa in termini di qualità del servizio e di prevenzione del contenzioso.

Proprio a questo proposito è legata un'idea di lavoro attualmente in fase di definizione: l'implementazione di un modello organizzativo sanitario unico, facilmente consultabile da chi deve adottare scelte che consentano, in base alla dimensione e alle caratteristiche della propria attività di impresa, di rendere l'organizzazione aziendale efficiente e produttiva così come da chi lavora nelle strutture sanitarie e deve quotidianamente dare attuazione a quelle scelte. Dovrebbe trattarsi quindi un documento dinamico e comprensivo delle materie che richiedono la redazione di procedure aziendali (privacy, sistema 231, risk management, sicurezza). La realizzazione dell'idea, preordinata a integrare risorse e procedure, è difficile per tante ragioni, ma spero proprio con il marchio LegalSanità, che ho fondato con questo scopo, di offrire servizi integrati e sempre qualificati.