FARE BUSINESS NEI MERCATI INTERNAZIONALI - PARTE 2

La Cina: aspetti societari

| 12 febbraio 2015

a cura di Avv. Maurizio Gardenal e Avv. Christian Montana Studio legale internazionale Gardenal & Associati di Milano in collaborazione con lo studio Fairbairn Catley Low & Kong ( Hong Kong )


IMPRESE COMMERCIALI CON INVESTIMENTI STRANIERI (FICE)
Nel 2004 il ministro del commercio cinese ha emanato nuove disposizioni in ambito commerciale: le Administrative Measures on Foreign Investment in the Commercial Sector.
In virtù di tale normativa, le società straniere possono costituire in Cina una Foreign-Invested Commercial Enterprise (FICE) al fine di investire sul mercato cinese, con facoltà di importare ed esportare prodotti soggetti a normative speciali, come ad esempio i farmaci.
La FICE è autorizzata a svolgere vendite all'ingrosso e/o al dettaglio e/o a sviluppare reti commerciali in franchising.
Si noti che molte FICE sono registrate come "società a responsabilità limitata", anche se la loro struttura non è necessariamente la stessa delle PRC a responsabilità limitata regolate dalla Company Law del 2013.
Disciplina legislativa della FICE
La disciplina delle FICE è contenuta in varie normative: le Administrative Measures on Foreign Investment in the Commercial Sector 2004, la Company Law 2013, le Regulations of the People's Republic of China on the Administration of Company Registration 2014, oltre che in altre leggi e regolamenti.
Vale rilevare, in generale, che le previsioni della Company Law si applicano alle FICE. In particolare, l'art. 217 della Company Law prevede che le disposizioni legislative della Company Law stessa si applichino anche nei confronti delle società a responsabilità limitata costituite da investitori stranieri.
Tuttavia, nei casi in cui le norme della Company Law risultino in contrasto con le disposizioni poste dalla specifica disciplina governativa sugli investimenti stranieri (Administrative Measures on Foreign Investment in the Commercial Sector), quest'ultima preverrà sulla prima.
Campo d'attività della FICE
Le FICE hanno facoltà di porre in essere determinate attività commerciali riconducibili principalmente alle seguenti:
1)Agenzie di commissione: come agenti, broker o altri grossisti che vendono beni appartenenti a terzi e forniscono servizi ausiliari e pertinenti;
2)Vendita all'ingrosso: vendita di beni a rivenditori, clienti, commercianti, intermediari o altri grossisti e/o predisposizione di servizi di supporto. Una FICE può impegnarsi nella vendita all'ingrosso di materie prime, oltre che nell'ambito dell'importazione/esportazione di merci;
3)Vendita al dettaglio: vendere beni di consumo al pubblico dei consumatori o fornire servizi per mezzo di telefono, televisione, internet e servizi automatici. Una FICE può inoltre acquistare prodotti nazionali destinati all'esportazione;
4)Franchising: autorizzare operatori individuali o società ad utilizzare il proprio marchio, nome commerciale o sistema di gestione sulla base di un contratto di franchising. La FICE può, previa apposita autorizzazione, intraprendere uno o più tipologie di attività.
Capitale sociale della FICE
Dal 28 dicembre 2013, non è più previsto un limite minimo di capitale sociale per poter costituire una FICE a responsabilità limitata in Cina. Saranno la natura e l'entità del business, che la FICE intende realizzare a determinare l'ammontare di capitale sociale da registrare.
Periodo massimo per una FICE
In generale, la durata di una FICE non può eccedere i 30 anni eccezion fatta per quelle che si trovano nella zona centrale od occidentale della Cina, nel qual caso la durata massima è di 40 anni.
Costituzione e gestione di una FICE
Essendo la FICE essenzialmente una FIE, essa può essere costituita seguendo essenzialmente le modalità di costituzione applicabili alla FIE.
In base alla tipologia di FICE, le procedure di gestione del business possono variare.
SOCIETÀ DI PROPRIETÀ DI UN INVESTITORE STRANIERO (WFOE)
La WFOE appartiene interamente ad investitori stranieri e non è quindi necessaria la presenza di alcun investitore cinese. Nel caso sia istituita da una società straniera, la WFOE diventa una sua sussidiaria.
L'azienda "madre" avrà il completo controllo della sussidiaria ivi compreso il potere di definire il contenuto dello Statuto, nominarne e revocarne gli amministratori e i dirigenti.
La WFOE è una società a responsabilità limitata ed è altresì un'entità giuridica indipendente. È autorizzata a condurre la propria attività, coerentemente con lo scopo stabilito nello Statuto, ricevere pagamenti ed emettere fatture in valuta locale ed assumere direttamente il personale.
Disciplina legislativa della WFOE
Le leggi principali che disciplinano le WFOEs sono: la Law of the People's Republic of China on Foreign-funded Enterprises 2000, le Rules for the Implementation of the Law of the People's Republic of China on Foreign-funded Enterprises 2014, la Company Law 2013, le Regulations of the People's Republic of China on the Administration of Company Registration 2014, ed altre leggi e regolamenti.
La Company Law si applica alle WFOEs solo nella misura in cui non sia in contrasto con leggi ad hoc previste per tali società, che, in tal caso, prevarranno.
Il capitale sociale di una WFOE
La WFOE è una società a responsabilità limitata, in cui gli azionisti rispondono limitatamente alla quota di capitale sociale sottoscritta.
Come per le FICE, dal 28 dicembre 2013 non è più previsto un limite minimo di capitale sociale per costituire una WFOE.
In generale, durante il periodo di esercizio dell'attività commerciale, la WFOE non può apportare riduzioni al capitale sociale. Nel caso vi fosse la necessità di ridurre il capitale occorre l'approvazione del MOFCOM. Alla stessa stregua, ogni aumento del capitale sociale è soggetto all'approvazione di quest'ultimo.
Procedure per costituire una WFOE
Approvazione del nome della società
La AIC (Local Administration for Industry and Commerce) è incaricata di fornire la preventiva approvazione per il nome della società. Tale approvazione è notificata alla società ed il nome in tal modo autorizzato avrà una validità di sei mesi.
Approvazione per la costituzione di una WFOE
Il MOFCOM locale ha il compito di approvare la costituzione di una WFOE. All'esito positivo di tale procedura il MOFCOM emetterà un certificato ed una lettera di approvazione.
In generale, ai fini del corretto espletamento della pratica di approvazione la società deve inviare all'organo locale una serie di documenti, tra i quali lo Statuto, la lettera di nomina di tutti gli amministratori/supervisori/direttori, una lettera della Banca di riferimento. Entro 90 giorni dalla ricezione della documentazione il MOFCOM deciderà se approvare o meno la richiesta.
La registrazione della WFOE presso la AIC
Entro 30 giorni dalla ricezione del certificato di approvazione emesso dal MOFCOM, l'investitore straniero deve proporre istanza di registrazione alla AIC, al fine di ottenere la licenza commerciale.
Se l'investitore straniero non rispetta i termini stabiliti per il corretto inoltro della richiesta, il certificato di approvazione decade e diviene invalido con effetto immediato.
Procedure post-costituzione
Dopo il rilascio della licenza commerciale, per poter validamente intraprendere la propria attività, la WFOE deve registrarsi presso la locale agenzia delle entrate, l'ufficio doganale, l'ufficio del lavoro e della previdenza sociale e l'ufficio di pubblica sicurezza.
Statuto della WFOE
Nello Statuto della WFOE sono elencate le modalità di gestione e gli obiettivi commerciali della società. Lo Statuto diviene effettivo a seguito dell'approvazione da parte del MOFCOM; in seguito ogni eventuale modifica deve essere soggetta all'approvazione di quest'ultimo.
Gestione di una WFOE
Consiglio di Amministrazione

La WFOE dispone di un Consiglio di Amministrazione, che può essere composto da tre fino a tredici membri.
Il Consiglio di Amministrazione nomina un Presidente ed uno o più vicepresidenti. Le modalità di nomina devono essere specificate nello Statuto. Ogni mandato deve avere una durata massima di 3 anni e può essere rinnovato.
La riunione del Consiglio di Amministrazione è generalmente convocata e presieduta dal Presidente; in caso di sua impossibilità dal Vice presidente; se anche costui è impossibilitato a presiedere la riunione, sarà incaricato un amministratore, con il consenso della metà o più degli altri amministratori.
Le modalità di svolgimento della riunione e le procedure di voto sono specificate nello Statuto. In genere, ogni amministratore dispone di un voto per ciascuna delibera.
Al termine di ogni riunione deve essere redatto un verbale relativo alle delibere assunte che deve essere sottoscritto da tutti gli amministratori presenti.
Direttore esecutivo al posto del consiglio di amministrazione
La WFOE di dimensioni ridotte o con pochi azionisti può avere, al posto di un Consiglio di Amministrazione, un direttore esecutivo, i cui poteri sono specificati nello Statuto.
Consiglio dei Supervisori
Un ulteriore organo presente nelle WFOE è il Consiglio di Supervisori, composto da almeno tre persone.
In tale istituto sono presenti il rappresentante degli azionisti e quello degli impiegati della WFOE, come specificato nello Statuto.
I rappresentanti degli impiegati sono eletti democraticamente dagli impiegati stessi, tramite un'assemblea o in altro modo concordato in conformità a legge.
Il Consiglio dei Supervisori ha un Presidente, eletto da almeno la metà dei supervisori che se impossibilitato a convocare o presiedere la riunione è sostituito dal supervisore incaricato da almeno la metà degli altri supervisori.
Supervisore in luogo del Consiglio dei Supervisori
La WFOE di dimensioni ridotte o comunque con pochi azionisti può avere semplicemente uno o due supervisori al posto di un Consiglio di Supervisori.
Ogni supervisore resta in carica per tre anni ed il mandato può essere rinnovato.
Il Consiglio dei Supervisori, o il supervisore della società, ha il potere di verificare la condotta e l'andamento finanziario della società, controllare gli atti degli amministratori e dei dirigenti, presentare proposte per la rimozione degli amministratori o dei dirigenti che abbiano violato la legge, un regolamento amministrativo o lo statuto.
I supervisori partecipano alle riunioni del Consiglio di Amministrazione, ma non hanno diritto di voto.
Direttore generale
La WFOE può avere un direttore generale, il quale può essere assunto o dimissionato con decisione del Consiglio di Amministrazione.
Egli è responsabile nei confronti del Consiglio di Amministrazione e deve presiedere all'attività produttiva e alle operazioni finanziarie della società. Deve altresì dare esecuzione alle delibere del Consiglio di Amministrazione, realizzare i piani annuali finanziari e di investimento della società, suggerire le strategie e le politiche aziendali.
Il direttore generale partecipa agli incontri del Consiglio di Amministrazione ma non ha diritto di voto.
Contabilità
La WFOE deve incaricare uno o più commercialisti cinesi, iscritti regolarmente all'albo pubblico, di verificare le dichiarazioni contabili, i documenti di liquidazione ed i rendiconti annuali.
Le dichiarazioni afferenti l'attivo e il passivo e i profitti e le perdite devono essere annualmente sottoposte all'agenzia delle entrate, al MOFCOM ed alla AIC.


FARE BUSINESS NEI MERCATI INTERNAZIONALI - PRIMA PARTELa Cina: aspetti societari