11 Donne avvocato e commercialista nell'albo componenti CDA di Confindustria Veneto

24/04/2014 07:14


Confindustria Veneto ha attivato un albo volontario con oltre 50 candidate al ruolo di componenti in CDA con competenze certificate, a cui attingere per l' attuazione delle legge Golfo-Mosca sulle quote di genere.
Nell'albo sono inseriti gli identikit delle donne manager più competenti, a disposizione delle aziende, degli Enti Pubblici e dei cittadini. Per essere iscritte all'Albo, le candidate devono presentare a Confindustria Veneto, anche tramite le Territoriali, il curriculum vitae e l'attestato di partecipazione ad un corso professionalizzante, svolto sotto la sorveglianza scientifica di un'Istituzione Universitaria.
Sulla base di un'attenta analisi dei curricula, Confindustria Veneto ha selezionato e inserito nell'Albo i profili più competenti, che sono visibili visionati da tutti gli Enti pubblici e privati, nonché dalle aziende aderenti al Sistema Confindustriale. L'iscrizione dura tre anni, al termine dei quali la persona, per mantenere lo status di iscritta, dovrà aver frequentato un percorso formativo di aggiornamento di almeno 16 ore, organizzato da Confindustria Veneto attraverso le proprie Agenzie formative.
Attualmente nell'albo, tra le oltre 50 iscritte, sono presenti 4 donne avvocato (Stefania Borga dell'avvocatura della provincia di Venezia, Lucia Bressan dello Studio Legale Bressan di Treviso, Michela Mainardi dello Studio Mainardi&Gava di Padova, Marianna Tiso dello Studio Tiso di Venezia), 7 donne commercialista (Mara Berto dello Studio Berto di Villanova del Ghebbo RO, Anna Bonotto dello Studio Bonotto-Mainardi-Zuin di Treviso, Claudia Castellani dello Studio Castellani di Castelmassa RO, Luigina Medea dello Studio Medea di Rovigo, Camilla Menini dello Studio Consimp di Treviso, Tiziana Simionato dello Studio Simionato Servizi di Castelfranco Veneto TV, Luisa Angela Vallese dello Studio Vallese di Occhiobello RO).
L'albo è visible: clicca qui

Vetrina