Nivea ® vince contro Neve

16 settembre 2015


Trevisan & Cuonzo avvocati ottiene dal Tribunale di Milano la dichiarazione
di nullità dei marchi "Neve" e "Neve Make up"
Un'importante sentenza del Tribunale di Milano (N. 9103 del 2015) riconosce la celebrità internazionale del brand "Nivea ®" della società tedesca Beiersdorf assistita dallo studio Trevisan & Cuonzo e stabilisce che la parola "Neve" non può essere utilizzata da altri concorrenti come marchio nel settore cosmetico in quanto confondibile con Nivea.
La sentenza afferma il principio della confondibilità concettuale o etimologica tra marchi. Secondo il Tribunale Neve è confondibile con Nivea ® in quanto quest'ultima deriva etimologicamente dal latino niveus/nivea/niveum ossia "bianco come la neve". Proprio il richiamo alla neve di Nivea ® rende illecito l'uso di "Neve" da parte dei concorrenti nel settore dei prodotti di bellezza. Pertanto il Tribunale ha dichiarato la nullità del marchio Neve della concorrente e ne ha vietato l'utilizzazione.
La sentenza è molto utile nel chiarire che – anche quando le parole che costituiscono i marchi sono apparentemente diverse – vi può essere confondibilità e quindi uso illecito quando il consumatore possa "associare" mentalmente i due segni e quindi i rispettivi prodotti. Tale associazione può crearsi anche in via per così dire "subliminare" per motivi legati all'origine storica ed etimologica delle parole.
La sentenza specifica però che tale tutela è riservata solo a marchi particolarmente rinomati dall'enorme valore economico e dalla forza suggestiva che deriva da molti decenni di investimenti pubblicitari e successi sul mercato come appunto il celebre "Nivea®".

Vetrina