ASLA LEGAL HACK: A PAVIA IL PRIMO HACKATHON ITALIANO SULLA GENDER DIVERSITY NEGLI STUDI LEGALI ASSOCIATI

30/03/2018 10:47


Una maratona di idee per il futuro degli studi legali:

sabato 14 e domenica 15 aprile presso i Collegi Universitari di Merito di Pavia.

I progetti vincitori saranno presentati all'evento "ASLA Diritto al Futuro" in programma a Milano venerdì 18 maggio.

ASLAWomen presenta l'ASLA Legal Hack, il primo hacktahon italiano sui temi della gender diversity negli studi legali associati: una competizione, a squadre, della durata di 24 ore non stop, che si svolgerà il 14 e 15 aprile 2018, a Pavia, presso i quattro Collegi Universitari di Merito – Almo Collegio Borromeo, Collegio Ghislieri, Collegio Nuovo, Collegio Santa Caterina – e con la partnership di H-Farm.

L'obiettivo della competizione è lo sviluppo di idee e soluzioni innovative che favoriscano l'avanzamento delle avvocate nella carriera all'interno degli studi legali associati.

La sfida è quella di immaginare – anche attraverso modalità smart e digitali – le azioni, i programmi e le strategie capaci di promuovere una cultura meritocratica e inclusiva, che sappiano valorizzare e far crescere il talento e la leadership femminile negli studi legali associati e rendere il più trasparente possibile il processo di ammissione ai ruoli di vertice.

Le squadre vincitrici saranno decretate da una Giuria composta da esponenti dell'avvocatura, leader dell'innovazione, esperti dei temi di gender diversity e rappresentanti dei Collegi Universitari di Merito, tra cui: Tatiana Biagioni (Presidente CPO Avvocati e Avvocate di Milano), Giovanna Fantini (Delegata Cassa Forense), Cristina Cabella (Chief Privacy Officer IBM Corporation), Barbara Cominelli (Microsoft), Andrea Lago (Direttore Intermonte SIM S.p.A.), Carlo Gagliardi (Managing Partner Deloitte), Vincenzo Salvatore (BonelliErede), Marco Sella (socio Macchi di Cellere Gangemi), Sergio Barozzi (socio Lexellent), Andrea Arosio (Linklaters), Raffaella Temporiti (HR Director Accenture).

ASLA Legal Hack è aperto a tutti coloro che siano interessati all'innovazione e ai temi della diversity e che portino con sé un'idea o un progetto interessante da sviluppare nell'ambito della sfida proposta ed è rivolto a: studenti e studentesse di qualsiasi ambito accademico; giovani professionisti e professioniste in qualsiasi settore (con preferenza per i praticanti avvocati/e; giovani avvocati e avvocate; giovani attivi nel software mobile e web; esperti di comunicazione, grafica, design di business model o project management e marketing).

La squadra prima classificata riceverà in palio un premio di 1.500 euro; la seconda 1.000 euro e la terza 500 euro e tutte e tre avranno la possibilità di illustrare i propri progetti a una platea composta dai partner dei più prestigiosi studi italiani nel corso dell'evento "ASLA Diritto al Futuro" il 18 maggio 2018 a Milano a Palazzo Mezzanotte, una giornata di conferenze e dibattiti per discutere e confrontarsi sulla professione del domani, a cui sarà dedicato ampio spazio anche al tema della diversity, perché le differenze e la loro inclusione sono motore di innovazione delle organizzazioni professionali.

La partecipazione all'hackacton di ASLAWomen è gratuita e le iscrizioni termineranno domenica 8 aprile alle 23.59. Per informazioni sul programma, modalità di partecipazione e regolamento, è a disposizione la pagina dedicata https://www.eventbrite.it/e/biglietti-asla-legal-hack-44478522458.

"Siamo molto orgogliosi di questo progetto – dichiara l'avvocata Barbara de Muro, responsabile della sezione ASLAWomen di ASLA – Associazione degli Studi Legali Associati – attendiamo da questo hackaton idee innovative in grado di stimolare e "provocare" la discussione sui temi di gender diversity, per ricordare e ribadire che la leadership non ha genere."


***
ASLA, Associazione Studi Legali Associati (www.aslaitalia.it), è stata costituita in Italia a fine 2003 per iniziativa di primari Studi Legali operanti nei settori del diritto commerciale, societario e finanziario internazionale e riunisce tutti gli studi che, riconoscendosi nella formula associata per l'esercizio della propria attività, desiderano confrontarsi sulle problematiche comuni, discutere e proporre modelli organizzativi innovativi. Ne fanno attualmente parte quasi 100 Studi Associati - costituiti in Italia e con affiliazioni in Europa e Stati Uniti.
L'Associazione ha al suo interno due sezioni: ASLAWomen (www.aslawomen.it), che si occupa di conoscere e monitorare la condizione delle avvocate e degli avvocati e le politiche di tutela e valorizzazione della diversity all'interno degli Studi Membri, con una particolare attenzione al tema delle pari opportunità di crescita e carriera delle avvocate, e ASLAPlus (www.aslaplus.it), creata per favorire il networking tra le persone che lavorano presso gli Studi Legali Associati, creando uno scambio attivo di idee e proposte nonché promuovendo eventi formativi con l'obiettivo di migliorare la qualità lavorativa e le competenze di ciascun dipendente, oltre che degli avvocati.
ASLA è presente in tutta Italia con Delegazioni Territoriali che rappresentano l'associazione sul nostro territorio.

Vetrina