Due incontri a Milano promossi dalla Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano

LE OPERE ECCLESIALI NELLA RIFORMA DEL TERZO SETTORE

24/04/2018 14:18


La nuova disciplina sul terzo settore è destinata a produrre forti effetti anche nella gestione e nel trattamento fiscale delle opere facenti capo ad enti ecclesiali.

Ne consegue la necessità di una capillare conoscenza delle nuove regole, in considerazione del fatto che il patrimonio immobiliare e di attività facenti capo alla chiesa cattolica è composto di molti cespiti, la cui corretta imposizione fiscale costituisce un requisito imposto anche a livello comunitario.
Su questi temi la Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano promuove, prima in Italia, e in collaborazione con l'Associazione 3SFormer, due incontri di studio che si svolgeranno il 3 e 10 maggio prossimi, dalle 14.00 alle 18.00 presso la Caritas Ambrosiana, Via San Bernardino 4.

I lavori, coordinati da Costanza Bonelli, Consigliere della Fondazione, vedranno la partecipazione di Patrizia Clementi, Fiscalista e Collaboratrice dell'Avvocatura della Curia dell'Arcidiocesi di Milano, Gianmario Colombo, Dottore Commercialista e Consulente di Enti Ecclesiastici, Daniela Milani, Professore associato presso l'Università degli Studi di Milano, Dipartimento di scienze giuridiche "Cesare Beccaria" – sezione di Diritto ecclesiastico e canonico, l'avv. Lorenzo Pilon, Consulente di Diocesi e Istituti Religiosi, l'avv. Enrico Sarti, Consulente di Diocesi e Istituti Religiosi e don Lorenzo Simonelli, Avvocato Generale della Curia dell'Arcidiocesi di Milano.
La Riforma del Terzo Settore presta attenzione agli enti religiosi, tra i quali vi sono certamente anche gli enti delle confessioni religiose che hanno concluso patti, accordi o intese con lo Stato italiano. Si calcola che in Italia siano circa 35.000 le persone giuridiche canoniche pubbliche che, in forza del Concordato del 1929 e dell'Accordo di Revisione del 1985, hanno acquisto la qualifica di Enti Ecclesiastici Civilmente riconosciuti. Gli enti della Chiesa Cattolica operano in Italia – a partire dal Concordato del 1929 – assumendo la veste di enti ecclesiastici civilmente riconosciuti e il Corso intende rileggere i diversi profili della Riforma assumendo come punto di vista privilegiato le peculiarità giuridiche e organizzative di questi enti, che possono entrare nel Terzo Settore solo parzialmente e costituendo un "ramo".
Lo studio della Riforma approfondirà anche questo delicato passaggio, assieme all'esame del "patrimonio destinato". Inoltre, la Chiesa opera nel mondo non solo attraverso gli enti ecclesiastici (ossia persone giuridiche canoniche pubbliche) ma anche attraverso enti civili, quali fondazioni, associazioni, società e altri enti di natura privatistica, a cui, pure il Corso dedicherà attenzione al fine di evidenziare come la natura ecclesiale delle attività potrà incidere sulla loro struttura giuridica e organizzativa.
I temi saranno trattati al fine di offrire un'interpretazione della normativa coerente e praticabile, avendo, anche, attenzione alle puntuali questioni applicative che gli amministratori e i loro consulenti dovranno affrontare.
"Questa iniziativa, prima nel suo genere, conferma la vocazione originaria della Fondazione, ovvero di proporre e proporsi ai colleghi Dottori Commercialisti come centro di studio e approfondimento dei temi emergenti della professione. In questo senso rientrano i percorsi formativi, strutturati e sistematici, finalizzati ad assolvere
l'obiettivo della formazione professionale continua" ricorda Marziano Francesco Lavizzari, Presidente della Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano.
La Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano, costituita nel 1993, ha la finalità di sostenere il prestigio della professione di Dottore Commercialista e di sottolinearne il suo ruolo di guida al fianco dei clienti – imprese e privati – che intendono perseguire risultati economici nel rispetto delle regole date dall'ordinamento e dalla società. Nell'ambito delle attività promosse, la Fondazione si prefigge altresì di diffondere, principalmente a Milano e in Lombardia, la conoscenza dell'economia, del diritto civile e fiscale, delle norme contabili e in generale di tutti i saperi che concorrono allo sviluppo delle imprese e della società civile. In questo contesto, la Fondazione si rivolge al mondo delle professioni, dell'imprenditoria e della finanza attraverso le Scuole di Specializzazione, inaugurate nel dicembre 2009.


Per ulteriori informazioni:
Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano

Ufficio Stampa
Federico Unnia
Tel: 335.7032646 – Mail: federico.unnia@libero.it