Officine CST passa a Cerberus: tutti i professionisti coinvolti

11/07/2018 07:56

Lombardi Segni e Associati, Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners, L&P – Ludovici Piccone & Partners e LabLaw hanno prestato assistenza nell'ambito dell'acquisizione di una partecipazione di controllo di Officine CST S.p.A., società indipendente di consulenza e gestione del credito, da parte del fondo statunitense di private equity Cerberus Capital Management, LS Lexjus Sinacta ha collaborato per la fase di due diligence.

Lombardi Segni e Associati ha assistito il fondo Cerberus con un team composto dai partner Andrea Mazziotti e Ruggero Gambarota e dall'associate Antonella Barbato.

Il fondo Cerberus, per gli aspetti fiscali, è stato assistito da L&P – Ludovici Piccone & Partners con il socio Stefano Tellarini e l'associate Daniel Canola; per gli aspetti giuslavoristici, Cerberus è stato seguito da LabLaw con un team composto dal founding partner Francesco Rotondi, dalla partner Michela Bani, dal senior associate Simone Carrà e dal trainee Andrea Brambilla.

Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners ha assisto Officine CST S.p.A e i soci di questa con un team guidato dal partner Stefano Ambrosioni, coadiuvato dall'associate Lavinia Bertini. Gli aspetti giuslavoristici relativi alla società sono stati seguiti dal partner Raffaella Betti Berutto mentre gli aspetti bancari relativi ai venditori sono stati seguiti dal partner Matteo Gotti. Per la fase di due diligence e produzione documentale seguita dal CFO dottor Luca Fontanelli, Officine CST si è avvalsa della collaborazione dello studio LS Lexjus Sinacta con il socio Antonguido Nardone.