Fai I e Tönnies entrano in Sinfo One, gli studi

10/10/2018 14:03


Coinvolti Dentons, Pirola Pennuto Zei, PwC TLS, Gattai Minoli Agostinelli e Gatti


Dentons, Pirola Pennuto Zei, PwC TLS, Gattai Minoli Agostinelli e Gatti sono coinvolti nell'ingresso di Fondo Agroalimentare Italiano I (sponsorizzato da Unigrains Developpement) e di Tönnies International Holding, nel capitale di Sinfo One, quali azionisti di minoranza.
L'operazione, in parte finanziata da Crédit Agricole Cariparma, in qualità di arranger e banca agente, e da Iccrea Banca, ha tra gli obiettivi quello di velocizzare e confermare il processo di crescita della società su mercati internazionali e di sfruttare gli investimenti delle aziende agroalimentari nell'It.
Il Fondo Agroalimentare Italiano I è stato assistito da Dentons, con un team composto dal partner Alessandro Dubini (in foto) e dal managing counsel Filippo Frabasile per gli aspetti di diritto societario; dal partner Alessandro Fosco Fagotto, dal counsel Edoardo Galeotti e dall'associate Rosalba Pizzicato per gli aspetti legati al finanziamento.
Per gli aspetti fiscali, invece, è intervenuto Pirola Pennuto Zei con Gianfranco Buschini.
Tönnies International Holding è stata assistita da PwC TLS con un team multi-territoriale composto da Nikolaus Schrader e Ivo Dreckmann (sede di Amburgo) e da Alvise Becker, Riccardo Lonardi e Giulio Rusticali (sede di Milano) per gli aspetti di diritto societario, e da Ivan Arrotta per gli aspetti di diritto del lavoro.
La famiglia Pomi, che mantiene una partecipazione di maggioranza relativa nel capitale di Sinfo One, è stata assistita, per gli aspetti legali, da Amedeo Gatti e, per gli aspetti fiscali, da Lazzaro Rocco Gatti dello studio Gatti di Parma.
Le banche finanziatrici sono state assistite da Gattai Minoli Agostinelli, con un team costituito dai partner Lorenzo Vernetti e Marco Leonardi, e dagli associate Federico Tropeano e Jacopo Bennardi.
Sinfo One è una società attiva nella progettazione e sviluppo di sistemi informatici per il mondo manifatturiero, in particolare nel comparto del food processing.