Orabona ottiene in Cassazione l'annullamento senza rinvio della sentenza nell'interesse di una manager milanese

14/02/2020 14:09


L'avvocato Andrea Orabona assiste la manager sin dal deposito dell'atto d'appello avverso la sentenza di condanna inflitta in primo grado.


Lo Studio Legale Orabona, con il name partner Avv. Andrea Orabona, ha ottenuto sentenza di annullamento senza rinvio, pronunciata in data 14 gennaio 2020 dalla III Sezione Penale della Corte di Cassazione, nell'interesse della propria assistita.


L'avvocato Andrea Orabona assiste la manager sin dal deposito dell'atto d'appello avverso alle sentenze di condanna inflitte nei confronti della propria assistita - in primo e secondo grado dal Tribunale e Corte d'Appello di Milano - per la presunta commissione del reato tributario di omessa dichiarazione a fini IVA per l'anno d'imposta 2013 ai sensi dell'art. 5 D. Lvo 2000/74, quale Presidente del Consiglio di Amministrazione di una società meneghina.


In proposito, La Corte di Cassazione ha invero accolto il ricorso proposto dallo Studio Legale Orabona avverso la sentenza sfavorevole della Corte d'Appello di Milano, annullando definitivamente il giudizio di condanna inflitto in entrambe le fasi del giudizio di merito ed ordinando la trasmissione degli atti al Pubblico Ministero (con regressione del procedimento penale in fase d'indagini preliminari) - avendo i Giudici Territoriali erroneamente giudicato la Dott. ssa per la presunta commissione di un reato tributario non contestato nel decreto di citazione a giudizio (fatto nuovo) - e così privando sostanzialmente il Presidente del Consiglio di Amministrazione della Zephiros s.r.l. dalla possibilità di difendersi nel processo dalla contestazione suppletiva del reato fiscale di omessa dichiarazione a fini I.V.A..

Vetrina