LAVORO/SICUREZZA

Committente responsabile per gli infortuni se ignorate le regole anti-infortunistica palesemente percepibili

| 10/01/2018


Nel caso di accertamento di responsabilità dell'appaltatore, se l'infortunio è causalmente collegato alla omissione colposa imputabile alla sfera di controllo del committente, la responsabilità può essere estesa anche a quest'ultimo.

Decisione: Sentenza n. 50967/2017 - Cassazione Penale

Massima: Una volta accertata la responsabilità del datore di lavoro per eventi infortunistici determinati dalla inosservanza della disciplina anti-infortunistica, la stessa può essere estesa al committente ove l'evento possa ritenersi casualmente collegato a una omissione colposa, specificatamente determinata, che risulti imputabile alla sfera di controllo dello stesso committente, specie nel caso in cui la mancata adozione o la inadeguatezza delle misure precauzionali sia immediatamente percepibile senza particolari indagini.
Osservazioni.
Nel caso deciso, il Giudice di appello aveva evidenziato una palese violazione di norme antinfortunistiche bella predisposizione delle impalcature, che risultava chiaramente percepibile ai committenti, con una parvenza di instabilità e di approssimazione.

Disposizioni rilevanti.
DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.Vigente al: 10-01-2018 Art. 15 - Misure generali di tutela

Vetrina