Circolare N.01 ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

12/02/2018 14:56


COMMENTO A CURA del Dott. Antonio Ianniello


Con la circolare n. 01 dell'11 gennaio 2018, l'Ispettorato Nazionale del Lavoro fornisce un chiarimento circa la corretta applicazione di quanto descritto nell'art 34, comma 1-bis, del D.Lgs. 81/2008 in merito allo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di primo soccorso, prevenzione incendi ed evacuazione per le imprese fino a 5 dipendenti.
Tale comma è stato abrogato dall'art 20 della legge 151/2015, che ha per l'effetto spostato indietro le lancette dell'orologio alla formulazione originaria dell'art 34 del D.Lgs. 81/2008: è così riconosciuta la facoltà, anche nelle piccole imprese con più di 5 lavoratori, al datore di lavoro di svolgere direttamente i compiti di gestione delle emergenze dopo aver frequentato appositi corsi di formazione.
In ogni caso egli non opererà in totale autonomia nello svolgimento di tali compiti.
La circolare INPS infatti precisa che obbligo del datore di lavoro rimane comunque la designazione dei lavoratori addetti ad attuare le misure di prevenzione, evacuazione e primo soccorso in modo da avvalersi della loro collaborazione.
Inoltre, il numero degli addetti e le misure necessarie ai fini della gestione delle emergenze devono essere adeguati alla natura dell'attività, alle dimensioni dell'azienda e al numero di persone presenti (D.Lgs. 81/2008, art.43, comma 2).
Quindi, la presenza nelle aziende di qualsiasi dimensione di un datore di lavoro in possesso della formazione prevista per gli addetti antincendio e primo soccorso, costituisce solo un ulteriore vantaggio ai fini della sicurezza, e non esclude l'onere di avvalersi degli addetti alla gestione delle emergenze.