Amministrativisti: con proroga emergenza no escludere udienze da remoto

29/7/2020 16:43

L'Unione Nazionale degli Avvocati Amministrativisti ritiene che, "in coerenza con la proroga dello stato di emergenza sanitaria, disposta fino al 15 ottobre prossimo, non debba essere abbandonata in questa fase la possibilità di valersi nel processo amministrativo dell'udienza da remoto, strumento che si è dimostrato utile in questo periodo e che è previsto dal D.L. 28/2020 solo fino al 31 luglio prossimo".
Al ritorno dal 1° agosto alle ordinarie udienze "in presenza" - con le modalità e le cautele definite nel Protocollo d'intesa concluso con il Consiglio di Stato – può, sottolinea l'associazione, "cautelativamente accompagnarsi anche in questo ulteriore periodo uno strumento alternativo, come quello della partecipazione in forma telematica all'udienza, che si è dimostrato in grado di fare fronte alle concrete esigenze indotte dall'emergenza sanitaria, purtroppo non ancora cessata.
L'Unaa auspica dunque in tal senso un "immediato intervento legislativo".

Vetrina