NOTAI

Professionisti, invalidità permanente: il lucro cessante va comunque provato

| 18/5/2017

Corte di cassazione – Sezione III civile – Sentenza 18 maggio 2017 n. 12467

Il professionista che a seguito di un incidente stradale abbia riportato una invalidità permanente di non modesta entità, non può chiedere, oltre alla personalizzazione del danno biologico, anche il risarcimento per il lucro cessante, se non prova nello specifico il nesso causale tra il calo dei redditi e le lesioni fisiche patite. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 18 maggio 2017 n. 12467, bocciando il ricorso di un notaio secondo il quale invece, a fronte di una «invalidità ...
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto o Banca Dati Diritto24 .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi Guida Al Diritto il più prestigioso settimanale di documentazione giuridica. Banca Dati Diritto24 la nuova banca dati di Diritto24