FALLIMENTO

Società gestione rifiuti, Comuni ammessi al passivo per bonifica aree

| 5/12/2017

Corte di cassazione - Ordinanza 5 dicembre 2017 n. 29113

In caso di fallimento dell'azienda proprietaria del terreno inquinato, il comune ha diritto all'ammissione allo stato passivo per eseguire i lavori necessari al recupero del terreno, con privilegio sulle spese relative al sequestro conservativo del bene. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, ordinanza n. 29113 del 5 dicembre 2017, accogliendo il ricorso del comune di Bovolone in provincia di Verona contro il fallimento della Snc che gestiva lo smaltimento dei rifiuti.
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto o Banca Dati Diritto24 .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi Guida Al Diritto il più prestigioso settimanale di documentazione giuridica. Banca Dati Diritto24 la nuova banca dati di Diritto24