responsabilità professionale

Avvocati, cliente corresponsabile del danno se non è diligente

| 8/12/2017

Corte di cassazione - Sentenza 7 dicembre 2017 n. 29325

Se a seguito della mancata trascrizione, una sentenza favorevole diventa inopponibile al fallimento della società debitrice, i clienti dell'avvocato non possono prendersela unicamente col professionista, incombendo anche su di loro un dovere di agire secondo l'ordinaria diligenza. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza 29325 di oggi, confermando la decisione di secondo grado e bocciando gli appelli incrociati di professionista e cliente.
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto o Banca Dati Diritto24 .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi Guida Al Diritto il più prestigioso settimanale di documentazione giuridica. Banca Dati Diritto24 la nuova banca dati di Diritto24