contratti standard

Valida la clausola vessatoria illeggibile se sottoscritta

| 12/2/2018

Corte di cassazione - Sentenza 12 febbraio 2018 n. 3307

Nel caso di contratti conclusi attraverso moduli o formulari, il contraente «debole» non può contestare la clausola vessatoria da lui sottoscritta – in questo caso di deroga al regime della competenza – sostenendo che non era leggibile. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, ordinanza n. 3307, respingendo il ricorso di una Srl contro British Telecom. E chiarendo che era onere della società chiedere di visionare e firmare un documento leggibile.
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto o Banca Dati Diritto24 .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi Guida Al Diritto il più prestigioso settimanale di documentazione giuridica. Banca Dati Diritto24 la nuova banca dati di Diritto24