tributario

Comproprietà, la rinuncia equivale alla donazione

| 12/4/2018

Ctr Veneto - Sentenza 407/2018

Se un comproprietario rinuncia alla sua quota, provocando con ciò l'espansione della quota di comproprietà degli altri comproprietari, l'atto di rinuncia (che è tassato con l'imposta di donazione) può beneficiare dell'agevolazione “prima casa” e, quindi, assolvere le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di 200 euro per ciascuna. Lo decide la Commissione tributaria regionale del Veneto con sentenza 407 del 9 aprile. Il caso è interessante sia per il suo profilo civilistico, sia per il suo trattamento tributario.

Continua a leggere sul Quotidiano del diritto