autorità garante

Violazione privacy, i termini per la contestazione decorrono da fine indagini

| 6/6/2018

Corte di cassazione - Sentenza 6 giugno 2018 n. 14678

In caso di mancato rispetto della privacy, il termine di 90 giorni previsto per la notifica della violazione decorre dal momento in cui l'Autorità Garante, all'esito della attività istruttoria, abbia acquisito piena conoscenza della condotta illecita. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza 14678 di oggi, fissando un parallelo con quanto già previsto per gli accertamenti e le sanzioni Consob, e respingendo il ricorso di Edipro. La vicenda riguardava la cessione di oltre 15milioni di anagrafiche, ...
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto o Banca Dati Diritto24 .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi Guida Al Diritto il più prestigioso settimanale di documentazione giuridica. Banca Dati Diritto24 la nuova banca dati di Diritto24
Vetrina