la decisione

L'assemblea condominiale detta le regole sui rifiuti

| 15/1/2019

Corte di cassazione - Ordinanza 30455/2018

La modifica del servizio di raccolta dei rifiuti per adeguarlo alle nuove prescrizioni igieniche comunali «è di esclusiva competenza dell'assemblea condominiale a cui spetta il compito di individuare le nuove modalità di espletamento del servizio comune» (Corte di Cassazione, ordinanza 30455/2018).
La vicenda parte da una condomina che impugnava una delibera assembleare con la quale il condominio aveva deciso la chiusura degli “scivoli” per lo smaltimento delle immondizie urbane e la predisposizione di un apposito locale comune.Per la condomina (disabile) l'innovazione risultava essere eccessivamente gravosa e anche le eventuali spese per l'eliminazione delle barriere architettoniche non avrebbero dovuto essere a suo esclusivo carico. In primo e secondo grado le sue istanze erano state respinte.

Continua a leggere sul Quotidiano del diritto