COMPETENZA

Contratti a distanza, la dilazione della consegna integra una nuova proposta

| 15/5/2019

Corte di cassazione - Sentenza 15 maggio 2019 n. 12899

«Nei contratti tra persone lontane, la modifica, da parte dell'accettante, del termine per l'esecuzione indicato nella proposta - implicando la realizzazione di un assetto d'interessi sostanzialmente diverso da quello indicato dal proponente, specie in caso di attribuzione, anche implicita, di essenzialità al nuovo termine - si configura come nuova proposta, con conseguente necessità di accettazione dell'originario proponente». Lo ha ribadito la Corte di cassazione, sentenza n. 12899 di oggi,
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto o Banca Dati Diritto24 .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi Guida Al Diritto il più prestigioso settimanale di documentazione giuridica. Banca Dati Diritto24 la nuova banca dati di Diritto24