Bankitalia, ok azzeramento Bcc San Biagio Platani gruppo ICCREA

13/2/2020 13:45

La Banca d'Italia non ha violato le prerogative della Regione Sicilia nell'adottare il provvedimento del 26 marzo 2019 con cui ha disposto lo scioglimento degli organi amministrativi e di controllo e nominato gli organi straordinari della Banca di credito cooperativo di San Biagio Platani per gravi violazioni e irregolarità di gestione. Lo ha stabilito la Corte costituzionale, sentenza n. 17 di oggi, respingendo il ricorso della Regione Autonoma. Per la Consulta, infatti, a seguito dell'adesione a ICCREA Banca - per effetto del Dl 18/2016 che ha previsto come obbligatoria l'appartenenza ad un Gruppo bancario -, «la BCC di San Biagio Platani ha perso il carattere regionale» e pertanto è sottratta ai poteri di competenza della regione Sicilia», previsti dal Dlgs n. 205 del 2012 (Norme di attuazione dello Statuto speciale). Secondo tale decreto (art. 1, co. 3), infatti, il carattere regionale di una qualsiasi BCC che appartenga a un gruppo bancario presuppone che «anche le altre componenti bancarie del gruppo e la capogruppo presentino carattere regionale». Mentre, prosegue la decisione, l'interpretazione del Dl 18/2016, proposto dalla Sicilia, secondo cui «l'appartenenza ad un gruppo nazionale non determinerebbe la perdita del carattere regionale», è «incompatibile» con la ratio dell'intervento legislativo volto a realizzare «attraverso il conferimento alla capogruppo di poteri di direzione e coordinamento», la finalità di «razionalizzazione della governance, di stabilità nel suo complesso e di rafforzamento patrimoniale a livello delle singole banche di credito cooperativo». (Francesco Machina Grifeo)

Vetrina