commissione giustizia

Verso la fine dell'emergenza, tribunali aperti dal 1° luglio

12/6/2020

La Commissione Giustizia ha approvato all'unanimità l'emendamento al Dl Giustizia per la riapertura dei tribunali dal primo di luglio presentato dal deputato di Fratelli d'Italia Alberto Balboni, vicepresidente della Commissione Giustizia del Senato, che aveva ricevuto parere positivo del Governo.

"Grazie a Fratelli d'Italia tutti potranno riavere un processo giusto, con tempi certi, davanti a un giudice, come prescrive l'articolo 111 della Costituzione, e pubblicamente, come impone l'articolo 6 della Convenzione europea dei diritti dell'Uomo. Era inaccettabile, infatti, che la giustizia italiana continuasse a rimanere paralizzata e quasi del tutto inaccessibile", ha dichiarato il senatore Balboni commentando l'approvazione dell'emendamento che anticipa l'apertura dei tribunali.

Bonafede al Question time: si riapre dal 1° luglio
Sempre nella giornata di ieri rispondendo all'interrogazione a prima firma della senatrice Anna Rossomando in materia di ripresa dell'attività giudiziaria il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede aveva già affermato: "Grazie al mutamento del contesto sanitario, è giunto il momento di un ‘ritorno alla normalità' per la giustizia: è imminente l'emanazione di una circolare che riequilibra il rapporto tra lavoro in presenza e lavoro da remoto del personale amministrativo in modo da garantire la regolare celebrazione delle udienze, in condizioni di sicurezza, già a partire dal 1° luglio 2020".

"Inoltre – ha proseguito –, gli ingenti investimenti stanziati con il c.d. DL Rilancio stanno consentendo di provvedere all'installazione di tutti i presidi di sicurezza necessari secondo le indicazioni dell'autorità sanitaria, perché garantire un servizio significa assicurare che non comporti rischi per la salute dei cittadini e degli addetti ai lavori".

Vetrina