professione

Esame avvocato 2020, bando in "Gazzetta": scritti 15-16 e 17 dicembre

16/9/2020

Le prove scritte per l'esame di avvocato 2020 si terranno il 15, 16 e 17 dicembre prossimi e le domande di partecipazione dovranno essere inviate per via telematica entro l'11 novembre 2020. È stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 15 settembre 2020 il bando di esame per l'abilitazione alla professione.

Nella "Gazzetta Ufficiale" del 27 novembre 2020 sarà invece pubblicato un decreto ministeriale contenente eventuali misure per disciplinare l'accesso e la permanenza nelle sedi concorsuali al fine di garantire il rispetto della normativa in materia di prevenzione del contagio da Covid-19.

Per il Sottosegretario alla Giustizia, Vittorio Ferraresi: "Nonostante il periodo di emergenza per la pandemia, la commissione centrale e le sottocommissioni hanno fatto ogni sforzo possibile per garantire il regolare svolgimento delle prove, in tutte le consuete articolazioni, nel pieno rispetto della normativa anti-covid".

"Per quanto riguarda la sessione anno 2019 - prosegue Ferraresi - le sottocommissioni costituite presso tutte le Corti di appello hanno terminato le operazioni di correzione delle prove scritte entro il 31 luglio 2020, nonostante il periodo di sospensione delle attività durato quasi tre mesi a seguito dell'emergenza Covid-19".

Non soddisfatti invece i praticanti avvocati rappresentati dall'Upavv. Secondo la Presidente Claudia Majolo il "Bando è nuovo ma la normativa vecchia". "Abbiamo aspettato questo bando per mesi interi - prosegue Majolo - , abbiamo sperato in un minimo accenno di riforma per un esame ormai decisamente obsoleto e invece è rimasto tutto uguale ". E si dichiara "sorpresa" del fatto che nonostante la previsione, 15 giorni prima degli scritti, di un Dm Ministeriale che regolerà gli accessi "ancora oggi, non ci sia la benché minima chiarezza". "Gli oltre 25.000 praticanti che si apprestano a sostenere l'esame - conclude -, prima ancora di inviare la domanda di partecipazione con i relativi pagamenti, meritano di essere rassicurati dal Governo in ordine alle modalità di svolgimento delle prove".

Vetrina