corte ue

Contrabbando, Italia condannata per non aver riscosso il debito doganale in attesa del processo penale

| 11/7/2019

Corte Ue - Sentenza nella Causa C-304/18

L'Italia è stata condannata dalla Corte Ue, sentenza nella Causa C-304/18, perché non ha riscosso nel termine di 5 anni il debito doganale, stimato in oltre 2mln di euro, di un contrabbandiere di sigarette per attendere l'esito del processo penale arrivato 6 anni dopo. La procedura doganale, spiegano i giudici di Lussemburgo, contrariamente a quanto sostenuto dall'Italia, non è subordinata all'esito dell'eventuale procedimento penale
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto o Banca Dati Diritto24 .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi Guida Al Diritto il più prestigioso settimanale di documentazione giuridica. Banca Dati Diritto24 la nuova banca dati di Diritto24