riforma Orlando

Riforma del processo penale: novità immediate, differite e da attuare

| 24/7/2017

legge 23 giugno 2017 n. 103

Non sempre a una lunga gestazione consegue un parto felice … Così pare sia avvenuto per la cosiddetta “riforma Orlando” che, dopo due anni e mezzo di lavori parlamentari e di passaggi tra Camera e Senato, è stata approvata, sia pure con l'ennesimo e preoccupante ricorso alla fiducia, preoccupante in quanto evidenti ragioni politiche si sono sovrapposte a esigenze di verifica di non pochi dei contenuti della novella che richiedevano una rilettura soprattutto nella prospettiva di una ricerca del rispetto sistematico.

La struttura dell'intervento
- Così, riflesso evidente di queste opzioni parlamentari, ci troviamo dinanzi a un articolo unico, costituito da novantacinque commi, alcuni di considerevole lunghezza, che viene a incidere sul codice penale, sul codice di procedura penale e sull'ordinamento penitenziario, sia con disposizioni immediatamente applicabili, sia con previsioni differite nella loro operatività, sia attraverso deleghe da attuarsi secondo diverse tempistiche, per le quali non sempre risulta individuabile in modo univoco il termine per il relativo esercizio da parte legislatore delegato a causa del ricorso alla tecnica dello scorrimento.

Continua a leggere sul Quotidiano del diritto