Dlgs 36/2018

Procedibilità, più oneri per la parte offesa

| 9/5/2018

Entra oggi in vigore il Dlgs 36/2018, con cui il governo ha dato attuazione alla delega, contenuta all'articolo 1, comma 16, della legge 103/2017, per l'estensione della procedibilità a querela a taluni reati. Diventeranno, quindi, procedibili a querela fatti fino a oggi perseguibili d'ufficio: la minaccia grave (articolo 612, comma 2, Cp), l'introduzione del pubblico ufficiale nel domicilio altrui senza l'osservanza delle formalità prescritte dalla legge (articolo 615, comma 2, Cp), taluni delitti, concernenti la corrispondenza e altre comunicazioni, posti a tutela dell'inviolabilità dei segreti (articoli 617 ter, comma 1, 617 sexies, comma 1, 619, comma 1, e 620 Cp), nonché, tra i delitti contro il patrimonio, alcune ipotesi di truffa (articolo 640 Cp), di frode informatica (articolo 640 ter Cp) e di appropriazione indebita (articolo 646 Cp).

Continua a leggere sul Quotidiano del diritto