WiMarche con Masotti & Berger vince contro l’ATI capitanata da Telecom al Consiglio di Stato

07 Novembre 2013

Lo studio legale e tributario milanese assiste con successo il network marchigiano di Wireless Internet Service Provider, che fornirà la rete wireless alla Regione Marche

Milano, 7 novembre 2013 – Grazie all’assistenza dello studio legale e tributario Masotti & Berger, il gruppo WiMarche, network di cinque imprese marchigiane di Wireless Internet Service Provider capitanate da Servili Computer Srl, vince l'appello al Consiglio di Stato nella causa promossa da Telecom Italia Spa in partnership con altre aziende minori.

WiMarche si era aggiudicato nel 2011, contro l’associazione temporanea di imprese capitanata da Telecom Italia Spa, il bando finanziato con fondi dell’Unione Europea, volto alla realizzazione della rete wireless a banda larga nelle zone della regione Marche non servite dalla fibra ottica. L'ex monopolista aveva quindi ricorso prima al TAR Marche e poi in appello.

I cinque Wireless Internet Service Provider (WISP), difesi dallo studio Masotti & Berger con la consulenza dei partner Luca Masotti e Carlo Piatti, hanno resistito e vinto in entrambi i gradi di giudizio aggiudicandosi definitivamente la gara a seguito del provvedimento del Consiglio di Stato del 24 ottobre 2013. Le zone remote delle Marche avranno ora una copertura a banda larga tutta marchigiana.

“Anziché limitarci a subire l’azione dell’ATI Telecom, abbiamo agito in contropiede presentando un appello incidentale escludente, a fine di contestare il diritto stesso di controparte di partecipare alla gara – dichiarano gli avvocati Luca Masotti e Carlo Piatti - La questione verteva sulla nozione di rete “internet”: mentre Telecom e i suoi partner vi includevano housing, hosting e posta elettronica, noi abbiamo sostenuto che per servizi di telecomunicazione dovesse intendersi la sola rete e i suoi apparati. Il Consiglio di Stato, confermando la Sentenza del TAR, ha condiviso la bontà delle nostre tesi riconoscendo che la questione presentava profili di notevole complessità e di parziale novità rispetto ai precedenti giurisprudenziali noti” –

L’AVVOCATO DEL GIORNO

Luca Masotti, partner, Masotti & Berger