MONOGRAFIE DI SISTEMA SOCIETA'

Modelli 231 e tutela della salute e sicurezza sul lavoro

| 21 Maggio 2013

D.Lgs. n. 231/2001 - D.Lgs. n. 81/2008 (artt. 30-300)

SCOPRI COME ABBONARTI A SISTEMA SOCIETA'

L’estensione della responsabilità da reato degli enti ex D.Lgs. n. 231/2001 alla salute e sicurezza sul lavoro ha ampliato enormemente il numero delle imprese interessate suscitando qualche preoccupazione, a causa delle pesanti sanzioni economiche e interdittive. La prevenzione dei reati-presupposto, commessi da parte di soggetti che si trovano in un rapporto funzionale con l’ente, nel suo interesse o vantaggio, avviene anche attraverso l'adozione di modelli di organizzazione, gestione e controllo.

Il nostro Paese, da qualche anno, ha avviato un percorso attivo per contrastare la piaga sociale degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali. Una delle risposte del sistema diwelfareItaliano è stata quella di rafforzare gli enti preposti alla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, quali l'INAIL che ha pubblicato le proprie linee-guida. L’estensione della responsabilità amministrativa degli enti ex D.Lgs. n. 231/2001 alla salute e sicurezza sul lavoro ha ampliato enormemente il numero delle imprese interessate suscitando qualche preoccupazione, a causa delle pesanti sanzioni economiche e interdittive. La prevenzione dei reati-presupposto, commessi da parte di soggetti che si trovano in un rapporto funzionale con l’ente, nel suo interesse o vantaggio, avviene anche attraverso l'adozione di modelli di organizzazione, gestione e controllo. Sempre più numerose sono le realtà imprenditoriali chiamate a valutare l’ipotesi di introdurre, mantenere in efficienza e, talora, certificare, i sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro: quasi 7000 sono le aziende oggi certificate. L'organismo di vigilanza è di fondamentale importanza per un modello di organizzazione e gestione e indispensabile perché l’ente si veda riconosciuta l’efficacia esimente. Questi gli argomenti della monografia, a firma di Antonio Terracina (INAIL-CONTARP-direzione generale), tratta dalla relazione tenutasi in tema di rapporti e interazioni tra il 'modello 231' e il modello ex art. 30 D.Lgs. n. 81/2008 conforme a UNI-INAIL o OHSAS 18001,in occasione del V congresso annuale in materia di responsabilità da reato degli enti, 'Aspetti fisiologici e patologici del modello di gestione ex D.Lgs. n. 231/2001', organizzato a Roma dallo Studio legale Coratella, il 22 febbraio 2013.

Gli argomenti in sommario

1.Introduzione

2.Il D.Lgs. n. 231/2001 e i reati-presupposto connessi con la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro

3.La prevenzione del reato-presupposto attraverso l’organizzazione aziendale

4.Il modello codificato per prevenire i reati relativi alla salute e sicurezza sul lavoro

5.Strumenti a sostegno dell’implementazione di un sgsl/mog e loro efficacia

6.Risultati ed efficacia dell’adozione di un “sgsl”

Sfoglia le prime pagine della Monografia: clicca qui Per gli abbonati a SISTEMA SOCIETA' è possibile consultare l'intera monografia: clicca qui
Vetrina