TRIBUNALE DI <...>

sezione lavoro

ricorso ex art. 409 c.p.c.

Nell'interesse del sig. <...>, res. in <...>, rappresentato e difeso, come da procura a margine del presente atto, dall'avv. <...>, e domiciliato in <...>, presso e nello studio dell'avv. <...>

contro

società Alfa in persona del legale rappresentante pro tempore, con sede legale in <...>,

in fatto

Il sig. <...> è dipendente della società Alfa dal <...>.

In concreto, il lavoro svolto dal sig. <...> consiste in <...>.

Le operazioni appena descritte vengono dal ricorrente svolte sotto la propria responsabilità.

A partire dal <...> al ricorrente veniva imposto dai propri superiori di svolgere la propria attività in nome e per conto di una società terza, Beta.

Il ricorrente, dopo aver invano tentato di ricevere spiegazioni, anche tramite le associazioni sindacali, si rifiutava alla fine di svolgere il proprio lavoro in nome e per conto della società Beta, in assenza di specifica autorizzazione.

A seguito di tale comportamento, previa contestazione disciplinare e successiva audizione del lavoratore, veniva a esso comminata la sanzione della sospensione dal servizio e dalla retribuzione per tre giorni.

in diritto

In via preliminare, è necessario mettere in evidenza l'illegittimità della sanzione comminata per violazione dell'art. 7, primo comma, legge n. 300/1970.

Infatti presupposto di validità dell'irrogazione delle sanzioni disciplinari è la previa affissione del codice disciplinare.

La subordinazione dell'efficacia della sanzione disciplinare alla previa affissione del codice disciplinare è pacificamente affermata dalla unanime giurisprudenza.

In secondo luogo, per mero tuziorismo, si mette in evidenza la non veridicità di quanto contestato, per non essere obbligo del lavoratore prestare attività nell'interesse di un datore di lavoro diverso da quello con il quale ha perfezionato il rapporto, e, in ogni caso, l'assoluta genericità della contestazione, con conseguente lesione del diritto di difesa <...>.

p.q.m.

Il sig. <...>, come sopra rappresentato e difeso,

ricorre

a codesto Giudice affinché, ai sensi dell'art. 409 c.p.c., fissi udienza di comparizione delle parti e, contrariis reiectis:

1)                     dichiarata l'illegittimità della sospensione dal servizio e dalla retribuzione per tre giorni comminata a carico del sig. <...>, annulli quindi la relativa sanzione;

2)                     accerti il corretto adempimento degli obblighi contrattuali da parte del ricorrente, in particolare in relazione alla legittimità del rifiuto di compiere attività in nome e per conto della società Beta;

3)                     condanni il datore di lavoro a spese, onorari e diritti;

4)                     ammetta le seguenti istanze istruttorie: <...>

Si indicano come testi, senza inversione dell'onere della prova, anche in controprova, i sigg.ri <...> sui fatti di causa, come indicati nei ss. <...>, emendati da eventuali elementi di valutazione e, comunque, sui seguenti capitoli:

Si producono, in copia, i seguenti documenti:

1)                     <...>;

2)                     <...>;

3)                     <...>.

Si dichiara che ai fini del contributo unificato il presente procedimento è esente in quanto, come da autocertificazione allegata sub doc. n. 3, il reddito del lavoratore è inferiore a euro 32.298,33.

<...>, <...>

                     Avv. <...>