TRIBUNALE ORDINARIO DI <...>

SEZIONE LAVORO

R.G.N. .., GIUDICE DR. ..

 

MEMORIA DIFENSIVA

Nell'interesse della società Alfa, in persona del suo legale rappresentante pro tempore sig. <...>, rappresentato e difeso, come da procura a margine del presente atto, dall'avv. <...> ed elettivamente domiciliata nello studio dell'avv. <...>

contro

il sig. <...>, rappresentato e difeso dall'avv. <...> (Giudice Dr. <...> – udienza <...> – n. R. G. C. <...>/07).

* * *

Con ricorso depositato in data <...> e notificato unitamente al decreto di fissazione dell'udienza in data <...>, il sig. <...>, adiva il Tribunale di <...>, sezione lavoro per ivi sentire condannare/dichiarare/pronunciare effetti giuridici <...>

Con il presente atto si costituisce la società Alfa, contestando in fatto e in diritto quanto sostenuto da controparte.

In via pregiudiziale si contesta la competenza del Tribunale adito.

Come risulta anche dalla documentazione prodotta da controparte, nessuno dei tre criteri territoriali individuati dall'art. 413 c.p.c. è idoneo a radicare la controversia presso il Tribunale di <...>.

Infatti <...> e pertanto, il ricorrente avrebbe dovuto radicare la presente controversia presso il Tribunale di <...> ovvero presso il Tribunale di <...>.

Nel merito, non corrisponde a verità la ricostruzione fattuale offerta.

Non è infatti possibile che il ricorrente <...>.

L'inverosimiglianza di quanto affermato dal ricorrente è data altresì da altre considerazioni <...>.

A ogni buon conto, l'onere di provare l'esistenza del comportamento ricade sul ricorrente. È il ricorrente infatti che deve provare <...>.

Le precedenti difese consentono di definire la lite senza passare a esaminare il quantum preteso.

In ogni caso, il calcolo è palesemente errato, dato che <...> e quindi si contesta anche il quantum della pretesa.

La presente controversia può essere quindi decisa in limine litis, tenuto conto del fatto che:

Per questi motivi la società Alfa, come sopra rappresentata e difesa,

conclude

affinché codesto Giudice voglia:

1)                     dichiarare il proprio difetto di competenza territoriale, in favore del Tribunale di <...> ovvero del Tribunale di <...>, in funzione di Giudice del lavoro;

2)                     rigettare la domanda avanzata dal ricorrente, perché infondata nel merito;

3)                     condannare il ricorrente al pagamento delle spese, diritti e onorari di lite.

4)                     in considerazione delle rigide preclusioni del rito del lavoro, senza voler invertire l'onere della prova, ammettere prova testimoniale sui seguenti capitoli:

Si indicano come testi, anche in controprova, i sig.ri <...>.

Si offrono in comunicazione, tramite produzione, i seguenti documenti:

1)                     <...>;

2)                     <...>;

3)                     <...>.

<...>, <...>

                     Avv. <...>