TRIBUNALE DI <...>

Atto di pignoramento immobiliare

 

La Sig.ra <...>, nata a <...> il <...> c.f. <...> residente in <...>, via/piazza <...> n. <...> elettivamente domiciliata in <...>, via <...> n <...> presso lo studio dell'Avv. <...> c.f. <...> che lo rappresenta e difende giusta procura alle liti in calce all'atto di precetto.

Comunicazioni ex art. 176, comma 2, c.p.c. all'indirizzo pec <...> e via fax al n. <...>, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e ricezione dei documenti teletrasmessi.

CONTRO

<...>, nato a <...>, il <...>, (C.F. <...>) e residente a <...>, via <...>, n. <...>.

* * *

PREMESSO

Con atto di precetto notificato in data <...> si intimava e faceva precetto a <...> di pagare, in favore dell'istante, in forza del titolo esecutivo rappresentato da <...> con formula esecutiva apposta in data <...> la complessiva somma di Euro <...>, oltre gli interessi legali sulla sorte maturati e maturandi dal <...> sino al saldo effettivo, il costo della notifica risultante a margine e salve le eventuali spese successive.

Ritenuto che tale precetto non abbia sortito effetto alcuno

DICHIARA

che, a norma dell'art. 555 c.p.c., intende sottoporre ad esecuzione forzata i seguenti diritti immobiliari:

Piena proprietà (oppure quota pari a <...> oppure nuda proprietà <...>) <...> Indicare il foglio la particella e comunque tutti i dati catastali identificativi del bene che si intende pignorare.

 

Luogo <...> data <...>

Avv. <...>

 

Io sott.to Ufficiale Giudiziario addetto all'intestato Tribunale;

Vista la richiesta che precede;

esaminati i titoli allegati muniti di formula esecutiva;

Visto l'art. 555 c.p.c.

HO PIGNORATO

ai danni di:

<...>

i seguenti diritti immobiliari:

Piena proprietà (oppure quota pari a <...> oppure nuda proprietà <...>) <...> (Indicare il foglio la particella e comunque tutti i dati catastali identificativi del bene).

E per l'effetto,

HO INGIUNTO A

<...>

di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre i beni stessi alla garanzia del credito per cui si procede, interessi maturati e maturandi e spese, sotto le comminatorie di legge.

E HO INVITATO

il debitore ad effettuare presso la Cancelleria del Giudice dell'esecuzione la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio in uno dei comuni del circondario in cui ha sede il Giudice competente per l'esecuzione con l'avvertimento che, in mancanza, ovvero in caso di irreperibilità presso la residenza dichiarata o il domicilio eletto, le successive notifiche o comunicazioni a lui dirette saranno effettuate presso la Cancelleria dello stesso Giudice;

E HO AVVERTITO

il debitore medesimo che, ai sensi dell'art. 495 c.p.c., può chiedere di sostituire alle cose (oppure) ai crediti pignorati una somma di denaro pari all'importo dovuto al creditore pignorante e ai creditori intervenuti, comprensivo di capitale, degli interessi e delle spese oltre alle spese di esecuzione, sempre che, a pena di inammissibilità, sia da lui depositata in Cancelleria, prima che sia disposta la vendita o l'assegnazione a norma degli artt. 530, 522, e 569 c.p.c., la relativa istanza unitamente ad una somma non inferiore ad un quinto dell'importo del credito per cui è stato eseguito il pignoramento e dei crediti dei creditori intervenuti indicati nei rispettivi atti di intervento, dedotti i versamenti effettuati di cui deve essere data prova documentale.

Ho altresì avvertito il debitore che, a norma dell'articolo 615, secondo comma, terzo periodo, l'opposizione è inammissibile se è proposta dopo che è stata disposta la vendita o l'assegnazione a norma degli articoli 530, 552 e 569, salvo che sia fondata su fatti sopravvenuti ovvero che l'opponente dimostri di non aver potuto proporla tempestivamente per causa a lui non imputabile.

Luogo <...> data <...>

 

RELAZIONE DI NOTIFICA: per gli effetti di cui sopra, io sott/to Ufficiale giudiziario addetto all'Ufficio Unico Notifiche presso il Tribunale di <...>ho notificato il suesteso Atto di Pignoramento immobiliare a

<...>