PARCELLA DELL'AVVOCATO

No al doppio versamento dell'Iva per l'avvocato distrattario

Corte di cassazione - Sezione II civile - Sentenza 21 febbraio 2012 n. 2474

Il professionista distrattario può richiedere al soccombente solamente l’importo dovuto a titolo di onorario e spese processuali e non anche l’importo dell’Iva che gli sarebbe dovuta dal proprio cliente abilitato a detrarla. Lo ha stabilito la Corte di cassazione con la sentenza 21 febbraio 2012 n. 2474, accogliendo la tesi di una Azienda sanitaria locale che lamentava l’erronea applicazione dell’Iva a favore del procuratore distrattario, stante la detraibilità della stessa da parte del ricorrente ...
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati

Strumenti e servizi

CERCA UN AVVOCATO
   
Vetrina