SICUREZZA LAVORO

Amianto, il risarcimento per la morte del lavoratore va sempre personalizzato

08 Ottobre 2012

Corte di cassazione - Sezione lavoro - Sentenza 8 ottobre 2012 n. 17092

Il danno complessivo, biologico e morale, da riconoscere ai lavoratori esposti all’amianto non può essere liquidato in misura fissa per ogni giorno di malattia ma va personalizzato alla luce della intensità delle sofferenze, anche psichiche subite. Lo ha stabilito la Corte di cassazione con la sentenza 17092/2012
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati