CONSIGLIO DEI MINISTRI

Minori, sì alla ratifica della convenzione con le misure di protezione

| 05 Agosto 2013

Su proposta dei Ministri degli Affari Esteri, Emma Bonino, della Giustizia, Annamaria Cancellieri e per l'Integrazione, Kashetu Kyenge, il Consiglio dei Ministri ha votato un disegno di legge di ratifica ed esecuzione della Convenzione sulla competenza, la legge applicabile, il riconoscimento, l'esecuzione e la cooperazione in materia di responsabilità genitoriale e di misure di protezione dei minori, nonché norme di adeguamento dell'ordinamento interno.

La Convenzione, spiega il comunicato di Palazzo Chigi, fissa come criterio principale per l'individuazione dell'autorità competente ad emettere le misure di protezione (salve alcune limitate eccezioni) il luogo di residenza abituale del minore, ove si radicano i suoi interessi e il suo ambiente familiare piuttosto che la sua nazionalità, un passo in avanti rispetto alla precedente Convenzione dell'Aja del 1961, che disciplinava la medesima materia in maniera più formale.

Le misure di protezione riguardano, in particolare, la responsabilità genitoriale, il diritto di affidamento, la tutela, la rappresentanza del minore, il suo collocamento in una famiglia di accoglienza o altra assistenza legale, nonché l'amministrazione dei beni del minore.

Viene introdotto il principio generale del riconoscimento automatico delle misure di protezione adottate dalle autorità di uno Stato contraente, che dovranno essere riconosciute 'di pieno diritto' negli altri Stati contraenti, salvo alcune eccezioni, tra le quali quella relativa al riconoscimento delle decisioni di affidamento extrafamiliare del minore o la sua assistenza legale.