Affrancazione
Codice civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 4 aprile 1942, n. 79
Codice civile. [codice civile]
Approvato con R.D. 16 marzo 1942, n. 262

LIBRO TERZO. Della proprietà - TITOLO QUARTO. Dell'enfiteusi
Articolo 971
Affrancazione

[L'enfiteuta puo' affrancare il fondo dopo venti anni dalla costituzione dell'enfiteusi.] (1)

[Nell'atto costitutivo puo' essere stabilito un termine superiore ai venti anni, ma non eccedente i quarant'anni.] (1)

[Anche quando nell'atto costitutivo non e' indicato alcun termine, se in esso e' prestabilito un piano di miglioramento, l'enfiteuta non puo' procedere all'affrancazione prima che i miglioramenti siano stati compiuti.] (1)

Se più sono gli enfiteuti , l'affrancazione può promuoversi anche da uno solo di essi, ma per la totalità. In questo caso l'affrancante subentra nei diritti del concedente verso gli altri enfiteuti, salva, a favore di questi, una riduzione proporzionale del canone .

Se più sono i concedenti, l'affrancazione può effettuarsi per la quota che spetta a ciascun concedente.

L'affrancazione si opera mediante il pagamento di una somma risultante dalla capitalizzazione del canone annuo sulla base dell' interesse legale . Le modalità sono stabilite da leggi speciali.

 

-----

(1) Il presente comma è stato abrogato dall' art. 10 L. 18.12.1970 n. 1138.

Vetrina