Conferimenti di beni in natura e di crediti
Codice civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 4 aprile 1942, n. 79
Codice civile. [codice civile]
Approvato con R.D. 16 marzo 1942, n. 262

LIBRO QUINTO. Del lavoro - TITOLO QUINTO. Delle società - CAPO QUINTO. Società per azioni - SEZIONE DECIMA. Delle modificazioni dello statuto
Articolo 2440
Conferimenti di beni in natura e di crediti

Se l'aumento di capitale avviene mediante conferimento di beni  in natura o di crediti si applicano le disposizioni degli articoli 2342, terzo e quinto comma, e 2343. 

L'aumento di capitale mediante conferimento di beni in natura o  di crediti puo' essere sottoposto, su  decisione  degli  amministratori, alla disciplina di cui agli articolo 2343-ter e 2343-quater.

Ai fini  dell'applicazione  dell'articolo  2343-ter,  primo  comma, rileva il periodo di negoziazione di sei mesi precedenti la data alla quale si riferisce la relazione degli amministratori redatta ai sensi dell'articolo 2441, sesto comma. Il conferimento  e'  eseguito  entro sessanta giorni da tale data, ovvero  entro  novanta  giorni  qualora l'aumento sia deliberato da una societa' che fa  ricorso  al  mercato del capitale di rischio.

Qualora trovi applicazione l'articolo 2343-ter, secondo  comma,  il conferimento e' eseguito, nel caso di cui alla lettera a),  entro  il termine dell'esercizio  successivo  a  quello  cui  si  riferisce  il bilancio, ovvero, nel caso di cui alla lettera  b),  entro  sei  mesi dalla data cui si riferisce la valutazione.

La verifica prevista dall'articolo  2343-quater,  primo  comma,  e' eseguita  dagli  amministratori  nel   termine   di   trenta   giorni dall'esecuzione del conferimento ovvero, se successiva, dalla data di iscrizione nel registro delle imprese della deliberazione di  aumento del capitale. La dichiarazione di cui all'articolo 2343-quater, terzo comma, e' allegata all'attestazione prevista dall'articolo 2444.

Qualora siano conferiti beni in natura o crediti valutati ai  sensi dell'articolo 2343-ter, secondo comma, nel termine indicato al quinto comma uno o piu' soci che rappresentino, e che  rappresentavano  alla data della delibera di aumento del capitale, almeno il ventesimo  del capitale  sociale,  nell'ammontare  precedente  l'aumento   medesimo, possono   richiedere   che   si   proceda,   su   iniziativa    degli amministratori, ad una nuova valutazione ai sensi e per  gli  effetti dell'articolo 2343; la domanda dei soci non ha  effetto  qualora  gli amministratori all'esito della verifica  prevista  dal  quinto  comma  procedano ai sensi dell'articolo 2343-quater, secondo comma.

(1)

 

-----

(1) Il presente articolo prima sostituito dall'art. 1 D.Lgs 17.01.2003, n. 6, poi modificato dall'art. 1, D.Lgs. 04.08.2008, n. 142, dall'art.1, D.Lgs. 04.08.2008, n. 142 è stato da ultimo così sostituito dall'art.1, D.L.gs. 29.11.2010, n. 224 (G.U. 24.12.2010, n. 330), con decorrenza dal 08.01.2011. Si riporta di seguito il testo previgente:

"Se l'aumento di capitale avviene mediante conferimento di beni in natura o di crediti si applicano le disposizioni degli articoli 2342, terzo e quinto comma, 2343, 2343-ter, e 2343-quater. 

La dichiarazione di cui all'articolo 2343-quater è allegata all'attestazione di cui all'articolo 2444".

Vetrina