Situazione patrimoniale
Codice civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 4 aprile 1942, n. 79
Codice civile. [codice civile]
Approvato con R.D. 16 marzo 1942, n. 262

LIBRO QUINTO. Del lavoro - TITOLO QUINTO. Delle società - CAPO DECIMO. Della trasformazione, della fusione e della scissione - SEZIONE SECONDA. Della fusione delle società
Articolo 2501 quater
Situazione patrimoniale

L'organo amministrativo delle società partecipanti alla fusione redige, con l'osservanza delle norme sul bilancio d'esercizio, la situazione patrimoniale delle società stesse, riferita ad una data non anteriore di oltre centoventi giorni al giorno in cui il progetto di fusione è depositato nella sede della società ovvero pubblicato sul sito Internet di questa. (2)

La situazione patrimoniale può essere sostituita dal bilancio dell'ultimo esercizio, se questo è stato chiuso non oltre sei mesi prima del giorno del deposito o della pubblicazione indicato nel primo comma, ovvero, nel caso di società quotata in mercati regolamentati, dalla relazione finanziaria semestrale prevista dalle leggi speciali, purché non riferita ad una data antecedente sei mesi dal giorno di deposito o pubblicazione indicato al primo comma. (3)

La situazione patrimoniale non è richiesta se vi rinunciano all'unanimità i soci e i possessori di altri strumenti finanziari che attribuiscono il diritto di voto di ciascuna delle società partecipanti alla fusione. (4)

(1)

 

-----

(1) Il presente articolo ha così sostituito l'originario art. 2501 quater, in virtù dell'art. 6 D.Lgs 17.01.2003, n. 6, con decorrenza dal 01.01.2004. Le disposizioni del presente articolo erano contenute nel testo dell'art. 2501-ter in vigore prima della novella del D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6. Si riporta di seguito il testo previgente:

"Gli amministratori delle società partecipanti alla fusione devono redigere una relazione la quale illustri e giustifichi sotto il profilo giuridico ed economico, il progetto di fusione e in particolare il rapporto di cambio delle azioni o delle quote.

La relazione deve indicare i criteri di determinazione del rapporto di cambio.

Nella relazione devono essere segnalate le eventuali difficoltà di valutazione.".

(2) Il presente comma è stato così modificato dall'art. 1, comma 2, D.Lgs. 22.06.2012, n. 123 con decorrenza dal 18.08.2012. Si riporta di seguito il testo previgente:

"L'organo amministrativo delle società partecipanti alla fusione deve redigere, con l'osservanza delle norme sul bilancio d'esercizio, la situazione patrimoniale delle società stesse, riferita ad una data non anteriore di oltre centoventi giorni al giorno in cui il progetto di fusione è depositato nella sede della società.".

(3) Il presente comma è stato così modificato dall'art. 1, comma 2, D.Lgs. 22.06.2012, n. 123 con decorrenza dal 18.08.2012. Si riporta di seguito il testo previgente:

"La situazione patrimoniale può essere sostituita dal bilancio dell'ultimo esercizio, se questo è stato chiuso non oltre sei mesi prima del giorno del deposito indicato nel primo comma. ".

(4) Il presente comma è stato aggiunto dall'art. 1, comma 2, D.Lgs. 22.06.2012, n. 123 con decorrenza dal 18.08.2012. 

 

 

 

Vetrina