Prescrizione di cinque anni
Codice civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 4 aprile 1942, n. 79
Codice civile. [codice civile]
Approvato con R.D. 16 marzo 1942, n. 262

LIBRO SESTO. Della tutela dei diritti - TITOLO QUINTO. Della prescrizione e della decadenza - CAPO PRIMO. Della prescrizione - SEZIONE QUARTA. Del termine della prescrizione - PARAGRAFO SECONDO. Delle prescrizioni brevi
Articolo 2948
Prescrizione di cinque anni

Si prescrivono in cinque anni:

1) le annualità delle rendite perpetue o vitalizie;

1-bis) il capitale nominale dei titoli di Stato emessi al portatore; (2)

2) le annualità delle pensioni alimentari;

3) le pigioni delle case, i fitti dei beni rustici e ogni altro corrispettivo di locazioni;

4) gli interessi e, in generale, tutto ciò che deve pagarsi periodicamente ad anno o in termini più brevi; (1)

5) le indennità spettanti per la cessazione del rapporto di lavoro.

 

-----

(1) E' costituzionalmente illegittimo l'art. 2948 n. 4 nella parte in cui consente che la prescrizione del diritto alla retribuzione decorra durante il rapporto di lavoro (C. cost. 10.06.1966, n. 63).

(2) Il presente numero, prima aggiunto dall'art. 2, L. 12.08.1993, n. 313, è stato poi così modificato dall'art. 54, c. 2, L. 27.12.1997, n. 449.

Vetrina