Concorso di ascendenti legittimi, figli naturali e coniuge
Codice civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 4 aprile 1942, n. 79
Approvazione del testo del Codice civile. [Codice civile]
Approvato con R.D. 16 marzo 1942, n. 262

LIBRO SECONDO. Delle successioni - TITOLO PRIMO. Disposizioni generali sulle successioni - CAPO DECIMO. Dei legittimari - SEZIONE PRIMA. Dei diritti riservati ai legittimari
Articolo 546
Concorso di ascendenti legittimi, figli naturali e coniuge
Abrogato

[Se insieme con ascendenti legittimi e con figli naturali vi e' anche il coniuge, la quota complessivamente riservata e' di due terzi del patrimonio del defunto. Su questa quota al coniuge spetta l'usufrutto di una porzione pari a un terzo del patrimonio; agli ascendenti, una porzione pari al quinto del patrimonio se il figlio naturale e' un solo, e al sesto se i figli naturali sono piu'; la residua parte spetta ai figli naturali. La nuda proprieta' dei beni assegnati in usufrutto al coniuge spetta ai figli naturali se sono piu'; se il figlio naturale e' uno solo, a lui ne spettano tre quinti e il resto fa parte della disponibile].

(1)

 

-----

(1) Il presente articolo che qui viene omesso è stato abrogato dall'art. 181, L. 19.05.1975, n. 151.