Diritti dei figli nati fuori del matrimonio non riconoscibili
Codice civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 4 aprile 1942, n. 79
Codice Civile
Approvato con R.D. 16 marzo 1942, n. 262

LIBRO SECONDO. Delle successioni - TITOLO SECONDO. Delle successioni legittime - CAPO PRIMO. Della successione dei parenti
Articolo 580
Diritti dei figli nati fuori del matrimonio non riconoscibili

Ai figli nati fuori del matrimonio aventi diritto al mantenimento, all'istruzione e alla educazione, a norma dell'art. 279, spetta un assegno vitalizio pari all'ammontare della rendita della quota di eredità alla quale avrebbero diritto, se la filiazione fosse stata dichiarata o riconosciuta.

I figli nati fuori del matrimonio hanno diritto di ottenere su loro richiesta la capitalizzazione dell'assegno loro spettante a norma del comma precedente, in denaro, ovvero, a scelta degli eredi legittimi, in beni ereditari.

(1) (2) (3)

 

-----

(1) Il presente articolo è stato così sostituito dall'art 188 L. 19.05.1975, n. 151.

(2) Ai sensi dall'art. 1, comma 11, L. 10.11.2012, n. 219 con decorrenza dal 01.01.2013, nel Codice Civile le parole "figli legittimi" e "figli naturali", ovunque ricorrono, sono sostituite dalla parole "figli".

(3) La parola “naturali” nella rubrica e nel testo del presente articolo è stata sostituita dalle seguenti “nati fuori del matrimonio” dall'art. 79 D.Lgs. 28.12.2013, n. 154 con decorrenza dal 07.02.2014.