Minore degli anni diciotto
Codice penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 26 ottobre 1930, n. 251
Codice penale [codice penale]
Approvato con R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398

LIBRO PRIMO. Dei reati in generale - TITOLO QUARTO. Del reo e della persona offesa dal reato - CAPO PRIMO. Della imputabilità
Articolo 98
Minore degli anni diciotto

E' imputabile chi, nel momento in cui ha commesso il fatto, aveva compiuto i quattordici anni, ma non ancora i diciotto, se aveva capacità d'intendere o di volere; ma la pena è diminuita.

Quando la pena detentiva inflitta è inferiore a cinque anni, o si tratta di pena pecuniaria, alla condanna non conseguono pene accessorie. Se si tratta di pena più grave, la condanna importa soltanto l'interdizione dai pubblici uffici per una durata non superiore a cinque anni, e, nei casi stabiliti dalla legge, la sospensione dall'esercizio della responsabilità genitoriale [o dell'autorità maritale]. (2) (3)

(1)

 

-----

(1) L'espressione "potestà dei genitori" è stata così sostituita alle parole "patria potestà" dall'art. 146, L. 24.11.1981, n. 689.

(2) La "potestà maritale" è stata abrogata dall'art. 26, L. 19.05.1975, n. 151.

(3) Le parole “potestà dei genitori” sono state sostituite dalle parole “responsabilità genitoriale” dall'art. 93, D.Lgs. 28.12.2013, n. 154, con decorrenza dal 07.02.2014.

Vetrina