Circostanze attenuanti
Codice penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 26 ottobre 1930, n. 251
Codice Penale
Approvato con R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398

LIBRO SECONDO. Dei delitti in particolare - TITOLO SECONDO. Dei delitti contro la pubblica amministrazione - CAPO PRIMO. Dei delitti dei pubblici ufficiali contro la pubblica amministrazione
Articolo 323 Bis
Circostanze attenuanti

Se i fatti previsti dagli articoli 314, 316, 316-bis, 316-ter, 317, 318, 319, 319-quater, 320, 322, 322-bis e 323 sono di particolare tenuità, le pene sono diminuite. 

Per i delitti previsti dagli articoli 318, 319, 319-ter, 319-quater, 320, 321, 322 e 322-bis, per chi si sia efficacemente adoperato per evitare che l’attività delittuosa sia portata a conseguenze ulteriori, per assicurare le prove dei reati e per l’individuazione degli altri responsabili ovvero per il sequestro delle somme o altre utilità trasferite, la pena è diminuita da un terzo a due terzi. (2)

(1) (3)

 

-----

(1) Il presente articolo, aggiunto dall'art. 14, L. 26.04.1990, n. 86, è stato poi così modificato prima dall'art. 6, L. 29.09.2000, n. 300 e poi dall'art. 1, comma 75, L. 06.11.2012, n. 190 con decorrenza dal 28.11.2012.

(2) Il presente comma è stato inserito dall'art. 1, L. 27.05.2015, n. 69 con decorrenza dal 14.06.2015.

(3) La rubrica del presente articolo è stata così modificata dall'art. 1, L. 27.05.2015, n. 69 con decorrenza dal 14.06.2015. Si riporta di seguito il testo previgente: "Circostanza attenuante".