False dichiarazioni o attestazioni in atti destinati all'Autorità giudiziaria o alla Corte penale internazionale
Codice penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 26 ottobre 1930, n. 251
Codice penale [codice penale]
Approvato con R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398

LIBRO SECONDO. Dei delitti in particolare - TITOLO TERZO. Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia - CAPO PRIMO. Dei delitti contro l'attività giudiziaria
Articolo 374 bis
False dichiarazioni o attestazioni in atti destinati all'Autorità giudiziaria o alla Corte penale internazionale

Salvo che il fatto costituisca più grave reato, è punito con la reclusione da uno a cinque anni chiunque dichiara o attesta falsamente in certificati o atti destinati a essere prodotti all'autorità giudiziaria o alla Corte penale internazionale condizioni, qualità personali, trattamenti terapeutici, rapporti di lavoro in essere o da instaurare, relativi all'imputato, al condannato o alla persona sottoposta a procedimento di prevenzione. (2)

Si applica la pena della reclusione da due a sei anni se il fatto è commesso da un pubblico ufficiale, da un incaricato di un pubblico servizio o da un esercente la professione sanitaria.

(1) (3)

 

-----

(1) Il presente articolo è stato aggiunto dall'art. 11, D.L. 08.06.1992, n. 306.

(2) Le parole "o alla Corte penale internazionale" sono state aggiunte dall'art. 10, comma 7, L. 20.12.2012, n. 237, con decorrenza dal 23.01.2013.

(3) La rubrica del presente articolo è stata così modificata dall'art. 10, comma 7, L. 20.12.2012, n. 237 con decorrenza dal 23.01.2013. Si riporta di seguito il testo previgente:

Vetrina