Circostanze aggravanti
Codice penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 26 ottobre 1930, n. 251
Codice penale [codice penale]
Approvato con R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398

LIBRO SECONDO. Dei delitti in particolare - TITOLO DODICESIMO. Dei delitti contro la persona - CAPO PRIMO. Dei delitti contro la vita e l'incolumità individuale
Articolo 583
Circostanze aggravanti

La lesione personale è grave e si applica la reclusione da tre a sette anni:

1) se dal fatto deriva una malattia che metta in pericolo la vita della persona offesa, ovvero una malattia o un'incapacità di attendere alle ordinarie occupazioni per un tempo superiore ai quaranta giorni;

2) se il fatto produce l'indebolimento permanente di un senso o di un organo; 

[3) se la persona offesa è una donna incinta e dal fatto deriva l'acceleramento del parto]. (1)

La lesione personale è gravissima, e si applica la reclusione da sei a dodici anni, se dal fatto deriva:

1) una malattia certamente o probabilmente insanabile; 

2) la perdita di un senso; 

3) la perdita di una arto, o una mutilazione che renda l'arto inservibile, ovvero la perdita dell'uso di un organo o della capacità di procreare, ovvero una permanente e grave difficoltà della favella; 

[4) la deformazione, ovvero lo sfregio permanente del viso;] (2) 

[5) l'aborto della persona offesa]. (1)

 

-----

(1) Il numero 3 del primo comma e il numero 5 del secondo comma sono stati abrogati dall'art. 22, L. 22.05.1978, n. 194. 

(2) Il presente numero è stato abrogato dall'art. 12, comma 3, L. 19.07.2019, n. 69, con decorrenza dal 09.08.2019.

 

Vetrina