Competenza del pretore
Codice di procedura civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 ottobre 1940, n. 253
Codice di procedura civile. [codice procedura civile]
Approvato con R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443

LIBRO PRIMO. Disposizioni generali - TITOLO PRIMO. Degli organi giudiziari - CAPO PRIMO. Del giudice - SEZIONE SECONDA. Della competenza per materia e valore
Articolo 8
Competenza del pretore
Abrogato

[Il pretore è competente per le cause, anche se relative a beni immobili, di valore non superiore a lire cinquanta milioni, in quanto non siano di competenza del giudice di pace. (1)

E' competente, qualunque ne sia il valore: (2)

1) per le azioni possessorie, salvo il disposto dell'articolo 704 , e per le denunce di nuova opera e di danno temuto, salvo il disposto dell'articolo 688, secondo comma;

[2) per le cause relative ad apposizione di termini (951 c.c.) e osservanza delle distanze stabilite dalla legge, dai regolamenti o dagli usi riguardo al piantamento degli alberi e delle siepi];(3)

3) per le cause relative a rapporti di locazione e di comodato di immobili urbani e per quelle di affitto di aziende, in quanto non siano di competenza delle sezioni specializzate agrarie;

[4) per le cause relative alla misura dei servizi del condominio di case]. (3)

(4)

 

-----

(1) Il presente comma è stato così modificato dall'art. 2 dei DD.LL. 21.06.1995, n. 238 e 09.08.1995, n. 347 non convertiti in legge, e dall' art. 2 del D.L. 18.10.95, n. 432 convertito in L. 20.12.95, n. 534 in vigore dal04.01.96, (già modificato dall'art.18, L. 374/91 e dalla L.353/90).

(2) Il presente comma è stato così modificato dalla L. 353/90. Acquistaefficacia dal 30 aprile 1995 come stabilito dai DD.LL. 16.12.93 n.521, 14.02.94 n. 105, 14.04.94 n. 235, 18.06.94 n. 380, 08.08.94 n.493 non convertiti in legge e dal D.L. 7.10.94, n. 571 convertito inlegge 06.12.94 n. 673.

(3) Il presente numero è stato abrogato dall'art. 47, L. 21.11.1991, n. 374.

(4) Il presente articolo, prima sostituito dall'art. 3, L. 26.11.1990, n. 353, è stato abrogato dall'art. 49, D.lgs. 19.02.1998, n. 51 con efficacia dal 02.06.1999.

Vetrina