Prestazione
Codice di procedura civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 ottobre 1940, n. 253
Codice di procedura civile. [codice procedura civile]
Approvato con R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443

LIBRO SECONDO. Del processo di cognizione - TITOLO PRIMO. Del procedimento davanti al tribunale - CAPO SECONDO. Dell'istruzione della causa - SEZIONE TERZA. Dell'istruzione probatoria - PARAGRAFO SETTIMO. Del giuramento
Articolo 238
Prestazione

Il giuramento decisorio è prestato personalmente dalla parte ed è ricevuto dal giudice istruttore. Questi ammonisce il giurante sull'importanza [religiosa e] morale dell'atto e sulle conseguenze penali delle dichiarazioni false, e quindi lo invita a giurare.

Il giurante, in piedi, pronuncia a chiara voce le parole: "consapevole della responsabilità che col giuramento assumo [davanti a Dio e agli uomini], giuro...", e continua ripetendo le parole della formula su cui giura.

(1)

 

-----

(1) E ' costituzionalmente illegittimo l'art. 238 c.p.c.:

- al primo comma, seconda proposizione, limitatamente alle parole " religiosa e " (C. cost. 08.10.1996, n. 334);

- al secondo comma, limitatamente alle parole " davanti a Dio e agli uomini " (C. cost. 08.10.1996, n. 334).

 

Vetrina