Querela di falso
Codice di procedura civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 ottobre 1940, n. 253
Codice di procedura civile. [codice procedura civile]
Approvato con R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443

LIBRO SECONDO. Del processo di cognizione - TITOLO SECONDO. Del procedimento davanti al giudice di pace
Articolo 313
Querela di falso

Se è proposta querela di falso, il giudice di pace, quando ritiene il documento impugnato rilevante per la decisione, sospende il giudizio e rimette le parti davanti al tribunale per il relativo procedimento. Può anche disporre a norma dell'articolo 225, secondo comma.

(1) (2) (3)

 

-----

(1) La rubrica del Titolo secondo è stata così sostituita dall'art. 69, comma 1, D.Lgs. 19.02.1998, n. 51, con decorrenza dal 02.06.1999.

(2) La ripartizione interna del Titolo II in Capi è stata soppressa dall'art. 69, comma 2, D.Lgs. 19.02.1998, n. 51 con decorrenza dal 02.06.1999, si riporta di seguito l'epigrafe previgente: "CAPO PRIMO. Disposizioni comuni".

(3) Il presente articolo prima sostituito dall'art. 33, L. 14.07.1950, n. 581, di ratifica del D.Lgs. 05.05.1948, n. 483, e poi dall'art. 24, L. 21.11.1991, n. 374, con decorrenza dal 01.05.1995 è stato poi così modificato dall'art. 72, D.Lgs. 19.02.1998, n. 51 con efficacia dal 02.06.1999. Si riporta di seguito il testo previgente:

"Se è proposta querela di falso, il pretore o il giudice di pace, quando ritiene il documento impugnato rilevante per la decisione, sospende il giudizio e rimette le parti davanti al tribunale per il relativo procedimento. Può anche disporre a norma dell'articolo 225, secondo comma."

Vetrina